La famiglia Versace contro American Crime Story: non è autorizzata Foto - Video

A pochi giorni dalla messa in onda della serie tv sulla morte dello stilista italiano, la famiglia fa sapere che si tratta di un'opera di pura finzione, non autorizzata. La polemica va ad aggiungersi alla critica dell'ex compagno di Versace, Antonio d'Amico, che già in passato aveva definito "ridicola" la scena della morte del protagonista

Partirà il 19 gennaio su Fox la nuova stagione di American Crime Story, la serie antologica creata da Ryan Murphy che, dopo aver fatto incetta di premi con il caso O.J Simpson nella prima stagione, stavolta si occupa di Gianni Versace e del suo assassinio.

The Assassination of Gianni Versace, diretta dallo stesso Murphy e interpretata da Edgar Ramirez, Penelope Cruz e Ricky Martin, è una delle serie più attese del 2018 ed è destinata a far discutere, visto che le polemiche iniziano ancora prima della sua messa in onda.

Per ora sappiamo che la narrazione non sarà lineare ma accompagnerà lo spettatore avanti e indietro nel tempo, con frequenti flashback nella vita dello stilista prima del suo assassinio ad opera di Andrew Cunanan (Darren Criss), e che è stata ispirata dal libro Vulgar Favors scritto nel ’99 dalla giornalista Maureen Orth.

Sappiamo anche che la serie non si limiterà a raccontare i fatti ma spingerà anche a riflettere su come quell’omicidio poteva essere evitato: Cunanan aveva già ucciso altre persone ed era al centro di una imponente caccia all’uomo da parte dell’FBI, che però non è riuscita a bloccarlo prima che uccidesse anche Gianni Versace.

Già in passato, dopo la diffusione del pilota della serie, l’ex compagno di Versace Antonio D’Amico aveva criticato la scena della morte dello stilista, definendola “ridicola” e simile alla Pietà di Michelangelo.

Ora, a poche settimane dalla messa in onda, la famiglia Versace ha diffuso una nota nella quale afferma che “non ha autorizzato né ha avuto alcun coinvolgimento nella serie televisiva dedicata alla morte di Gianni Versace. Dato che Versace non ha autorizzato il libro da cui è parzialmente tratta, e non ha preso parte alla stesura della sceneggiatura, questa serie televisiva deve essere considerata un’opera di finzione”.

La famiglia Versace prende le distanze in anticipo da quanto si vedrà sul piccolo schermo dal 19 gennaio: una manovra preventiva o sono già al corrente che quanto si vedrà non è di loro gradimento?

Guarda la photogallery
Gianni Versace
Prime foto di American Crime Story Versace
Ricky Martin è Antonio D'Amico
Edgar Ramirez è Gianni Versace
+1