Grey’s Anatomy e Station 19, intervista a Stefania Spampinato e Alberto Frezza: “Shonda la prima a portare le diversità nelle serie tv”

Foto
La nostra intervista a Stefania Spampinato e Alberto Frezza, che ci raccontano i finali di stagione di Grey's Anatomy e Station 19, in onda il 18 giugno su FoxLife.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Grey’s Anatomy e Station 19, intervista a Stefania Spampinato e Alberto Frezza: “Shonda la prima a portare le diversità nelle serie tv”

Il 18 giugno su FoxLife (canale 114 di Sky) andranno in onda i finali di stagione di Grey’s Anatomy e Station 19. Per commentare gli episodi, abbiamo incontrato a Milano Stefania Spampinato (la dottoressa Carina DeLuca in Grey’s Anatomy) e Alberto Frezza (il tenente Ryan Tanner in Station 19), che il 14 giugno hanno incontrato i fan al cinema CityLife Anteo di Milano.

Non capita tutti i giorni di chiacchierare con i due italiani “alla corte” di Shonda Rhimes, per cui ne abbiamo approfittato per chiedere ai due attori anche un commento sulla loro esperienza sul set e cosa vuol dire per loro lavorare insieme a Shonda, ormai un vero e proprio guru delle serie tv statunitensi.

Bufera sulla star di Quantico: la ABC chiede scusa

“Credo che le serie di Shonda abbiano la capacità di prenderti il cuore e stritolartelo – commenta ai nostri microfoni Alberto – non tutti riescono a farlo. Lei ha un metodo specifico, ha capito come si fa e lo fa benissimo”.

“Shonda è stata anche una delle prime ad includere diversità, in tutti i sensi. – aggiunge Stefania – Ci sono tante donne nelle sue serie. Ellen è il personaggio principale di Grey’s Anatomy, Andy quello di Station 19. Shonda va come un treno. Non c’è un unico ingrediente che rende queste serie speciali”.

In Grey’s Anatomy, Stefania Spampinato interpreta la dottoressa Carina DeLuca, sorella di Andrew DeLuca (Giacomo Gianniotti), ginecologa che conduce delle ricerche sull’orgasmo femminile presso il Grey Sloan Memorial Hospital. Stefania Spampinato nasce in Sicilia, a Catania, e cresce in una piccola cittadina ai piedi dell’Etna, Belpasso. Inizia a ballare all’età di sei anni ed è appassionata di arte fin da giovanissima. Dopo il diploma, Stefania si trasferisce a Milano dove si laurea in arte e spettacolo per poi iniziare una lunga e fortunata carriera in danza e teatro che le permette di viaggiare per oltre 10 anni tra Parigi, Tokyo, Shanghai, Mumbai e Berlino, e di lavorare con artisti del calibro di Joaquin Cortez, Kylie Minogue e Leona Lewis, oltre a collaborare con The Voice UK e X Factor US & UK. Nel 2011 si trasferisce a Los Angeles e dal 2017 entra a far parte del cast di Grey’s Anatomy.

Station 19 è una serie televisiva statunitense, spin-off di Grey’s Anatomy, prodotta da Shonda Rhimes, Betsy Beers, Stacy McKee e Paris Barclay per ABC. La serie si concentra sulla vita degli eroici vigili del fuoco della Stazione 19 del Dipartimento di Polizia di Seattle.

In Station 19, Alberto Frezza è il tenente Ryan Tanner, in servizio presso il Dipartimento di Polizia di Seattle. Nato in Italia e cresciuto in Etiopia, Alberto Frezza sogna di diventare un calciatore professionista. Nello stesso periodo, grazie al film Stand by Me – Ricordo di un’estate, scopre la sua passione per il cinema e la recitazione. Prima di entrare all’università incontra un rappresentante della New York Film Academy. Frezza fa domanda e con l’ammissione si realizza il suo sogno di diventare attore. Nel 2009 si laurea e si trasferisce a Los Angeles. Alberto ottiene il suo primo ruolo in Angel Falls in Love e nelle serie televisive Charlie’s Angels e Touch. Nel 2016 entra a far parte del cast di Dead of Summer (Freeform) nei panni di Garrett Sykes, un agente legato al misterioso campo estivo al centro della serie.

Guarda la photogallery
Stefania Spampinato e Alberto Frezza
Grey's Anatomy e Station 19: i finali di stagione
Stefania:
Alberto: