Supplì a Roma, dove mangiare i più buoni

Foto
Sapevate che il termine ‘supplì’ deriva dalla parola francese sorpresa? Considerato un piatto povero ormai entrato di diritto nella tradizione culinaria romana, il supplì – […]
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sapevate che il termine ‘supplì’ deriva dalla parola francese sorpresa? Considerato un piatto povero ormai entrato di diritto nella tradizione culinaria romana, il supplì – con la rivalutazione dello street food – è diventato di recente anche gourmet.

Estremamente difficile eleggere il capoclasse, ma di locali che sfornano continuamente prelibati supplì a Roma ce ne sono parecchi.

Tra i migliori annoveriamo di sicuro quelli della ‘Gatta Mangiona’, la rinomata pizzeria di Monteverde che propone supplì classici, ma anche rivisitati: squisito il supplì con zafferano e asparagi selvatici e che ne dite dell’accostamento crema di gorgonzola e aringa affumicata?

In zona Cinecittà assolutamente da provare la pizza e i supplì di ‘Sforno’, un cult tra i ristoranti romani presente su moltissime guide enogastronomiche: nel regno di Stefano Callegari, vincitore di Masterchef, detto ‘Er Sindaco’, sono celebri i supplì Frascati e porchetta e quello alla gricia. Occhio al portafogli, vi avvisiamo, anche se sono soldi assolutamente ben spesi.

gino sorbillo, lievito madre roma

Passiamo ad un altro punto fermo tra le pizzerie della città eterna. ‘Pizzarium’ di Gabriele Bonci è sempre pieno e i suoi supplì, arricchiti di una bella spolverata di parmigiano, fanno sognare i tanti avventori che arrivano fino alla metro Cipro per gustare questi piccoli capolavori. Prezzo contenuto a 1,5 euro.

Proseguiamo il nostro allettante viaggio tra i locali dove gustare i migliori supplì a Roma e fermiamoci da ‘00100′, nel cuore di Testaccio: ancora la bravura di Stefano Callegari e di Antonio Pratticò devono essere premiate. La rosticceria è nota per il ‘trapizzino’, ma è anche la regina del quartiere in fatto di supplì.

Infine se volete farvi del male in senso ovviamente figurato, recatevi al ristorante L’Arcangelo, diretto dallo chef Arcangelo Dandini che, a costi decisamente sopra la media, ma con un rispetto per la materia prima e la tradizione altrettanto fuori dal comune, dà spazio ai supplì cucinati con la ricetta originale: dunque non riso e ragù, ma riso e rigaglie di pollo, proprio come nell’antichità quando non si sprecava via nulla.

E voi quale altro posto aggiungereste alla lista dei migliori supplì a Roma?

Guarda la photogallery
Supplì a Roma, dove mangiare i più buoni
Supplì a Roma, dove mangiare i più buoni
Supplì a Roma, dove mangiare i più buoni
Supplì a Roma, dove mangiare i più buoni
+6