Panzanella romana, la ricetta estiva che permette di risparmiare

Foto
Profumi, colori e sapori nel segno della tradizione popolare: ecco la storia e la ricetta della semplice e deliziosa panzanella.
- - Ultimo aggiornamento
loading

La panzanella è un piatto tipico che in estate appare spesso e volentieri sulle tavole romane. Fresca, colorata, profumata e deliziosa: la panzanella è una gioia per tutti i sensi! Sarà per questo che si è meritata una celebrazione in versi anche dal grande Aldo Fabrizi? (trovate la poesia in fondo alla pagina)

LEGGI ANCHE — Pomodori ripieni col riso: l’errore da non commettere

Per preparare questa semplice specialità sono sufficienti del pane raffermo – messo in ammollo nell’acqua ad ammorbidire – olio, sale, pepe, aceto, pomodori e basilico; almeno, questa è la ricetta romana. Infatti c’è addirittura una disputa sulla paternità del goloso primo estivo: anche i toscani e i marchigiani ne rivendicano l’invenzione.

Tuttavia è quasi impossibile stabilire quale sia la regione che ha dato i natali alla panzanella. È sicuramente una pietanza nata dall’inventiva di gente non molto abbiente, visto il valore dato al pane: infatti le famiglie povere e contadine non potevano permettersi di buttare via un tozzo di pane solo perchè diventato raffermo, cosa che succede molto facilmente con il calore delle giornate estive.

Ecco dunque un’idea semplice e efficace per non sprecare il prezioso carboidrato: metterlo in ammollo e condirlo con pochi ingredienti presi dall’orto. Necessità fa virtù ed ecco pronta la panzanella!

La poesia di Aldo Fabrizi: “La Panzanella”

E che ce vo’

pe’ fa’ la Panzanella?

Nun è ch’er condimento sia un segreto,

oppure è stabbilito da un decreto,

però ‘a qualità dev’esse quella.

In primise: acqua fresca de cannella,

in secondise: ojo d’uliveto,

e come terzo: quer divino aceto

che fa veni’ ‘a febbre magnerella.

Pagnotta paesana un po’ intostata,

cotta all’antica, co’ la crosta scura,

bagnata fino a che nun s’è ammollata.

In più, pe’ un boccone da signori,

abbasta rifini’ la svojatura

co’ basilico, pepe e pommidori.

Guarda la photogallery
Un primo piatto fresco e sostanzioso: la panzanella
La ricetta della panzanella
Com'è nata la panzanella?
La poesia di Aldo Fabrizi: