Roma, Santa Maria in Montesanto: ecco perché è chiamata Chiesa degli Artisti

Sapete perché Santa Maria in Montesanto a Roma è da tutti conosciuta come Chiesa degli Artisti? La curiosità che nessuno conosce
- - Ultimo aggiornamento
loading

E’ da tutti conosciuta come Chiesa degli Artisti ma il suo vero nome è Santa Maria in Montesanto, la chiesa gemella che si trova nel rione Campo Marzio, in piazza del Popolo, tra via del Cordo e via del Babuino, l’altra è Santa Maria dei Miracoli.

Chiese gemelle a Piazza del Popolo

Santa Maria in Montesanto: storia e curiosità sulla Chiesa degli Artisti

Santa Maria in Montesano ha un’origine molto antica ed il suo nome deriva da una piccola chiesa situata in quel luogo, dedicata alla Vergine Maria e realizzata dai Carmelitani. La struttura che tutti noi conosciamo deve la sua nascita al Cardinale Gerolamo Gastaldi, per iniziativa di papa Alessandro VII e su progetto di Carlo Rainaldi.

LEGGI ANCHE:– Piazza del Popolo: le due chiese non sono più gemelle? Cosa notano gli utenti >>

Fino al 1825, Santa Maria in Montesanto faceva parte dell’ordine dei frati Carmelitani, per poi passare successivamente nelle mani di papa Leone XII che ordinò di restaurarla. Così la chiesa prese il titolo di Basilica Minore.

Dal 1953 Monsignor Ennio Francia ne prese il controllo e che la trasformò nella sede della Messa degli Artisti, già istituita da Pio XII due anni prima. Quindi, la tradizione vuole che, in questa chiesa, dalla fine di ottobre alla fine di giugno, ogni domenica venga celebrata la Messa degli Artisti ed il lettore deve essere un attore. Ecco perché viene chiamata “Chiesa degli Artisti”.

Inoltre, nella chiesa degli Artisti, il 10 agosto 1904, fu ordinato presbitero Angelo Roncalli, da tutti conosciuto come papa Giovanni XXIII.

Da anni, ormai, al suo interno vengono celebrate le esequie di noti artisti e personaggi dello spettacolo: da Fred Bongusto a Bud Spencer, da Fabrizio Frizzi a Gigi Proietti, da Monica Vitti a Gina Lollobrigida.

I turisti, poi, non possono fare a meno di scattare qualche foto all’edificio che da un punto di vista
architettonico riserva molti particolari interessanti.

FOTO: SHUTTERSTOCK

Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!