I migliori film di James Cameron per imparare l’inglese

È possibile imparare l'inglese guardando i film di James Cameron? Ovviamente sì, e Preply vi offre una classifica piuttosto utile.
-
I migliori film di James Cameron per imparare l’inglese

Ormai è prassi affermare che i film in lingua originale con sottotitoli favoriscono l’apprendimento delle lingue. Ma lo stabilisce anche uno studio (svolto dall’American Psychological Association), secondo cui il successo è particolarmente evidente se si utilizzano anche i sottotitoli in lingua originale. In questo modo, la parola ascoltata, la parola letta e il contesto del contenuto vengono meglio associati dal cervello.

Per questo motivo, in occasione dell’uscita dell’attesissimo sequel e della seconda parte del capolavoro di James Cameron del 2009 Avatar, gli esperti di Preply hanno esaminato in maniera approfondita le opere cinematografiche del regista statunitense per determinare, attraverso un’analisi del linguaggio e delle parole, quali film di James Cameron sono particolarmente adatti per approfondire e migliorare le competenze in inglese.

Quali sono i migliori film di James Cameron per migliorare l’inglese

In base all’analisi delle sceneggiature per varietà di parole e livello linguistico effettuata dai linguisti di Preply, conviene subito iniziare con Aliens, che è indubbiamente il film più complesso di James Cameron. Seguono Avatar, The Terminator e The Abyss: una triade considerata di difficoltà elevata. Sono invece considerati facili Terminator 2, True Lies e l’indimenticabile Titanic.

James Cameron: le sue opere cinematografiche in numeri

  • Avatar di James Cameron è un buon film se volete ampliare le vostre conoscenze di inglese. Il film contiene una maggioranza di parole che possono essere comprese già con un livello A1 basso. Ma anche molta terminologia di livello C1, in modo che gli spettatori siano introdotti in modo intrigante a questo livello più impegnativo.
  • Avatar – La via dell’acqua (2022) è il primo dei quattro sequel previsti e intende consolidare il gigantesco successo al botteghino del primo film di Avatar. Ad oggi, Avatar è considerato il film di maggior successo di tutti i tempi, con un incasso internazionale di 2,9 miliardi di dollari. I costi di produzione della prima parte ammontano a 237 milioni di dollari USA. Gran parte del budget è stato assorbito dalla nuova tecnologia di ripresa 3D, che ha contribuito in modo decisivo al successo del film. I costi di produzione del sequel sono stimati in 400 milioni di dollari.
  • Il miglior film diretto da James Cameron per migliorare e approfondire la conoscenza dell’inglese è il blockbuster di fantascienza Aliens – Scontro finale del 1986. La seconda parte della serie di Alien dispone di un vocabolario più impegnativo in confronto alla prima parte. Ma anche di un numero sufficiente di dialoghi che possono essere seguiti anche con un livello linguistico basso. Bisogna però avere i nervi saldi, perché il film riserva alcuni momenti horror davvero spaventosi. Con i suoi 137 minuti, il film non è eccessivamente lungo, ma nella media per un film di Cameron.
  • Il film di James Cameron con la durata più lunga è Titanic del 1997, con Kate Winslet e Leonardo DiCaprio. Il film ha una durata di 162 minuti (2 ore e 47 minuti) ed è stato il film di maggior successo di tutti i tempi. Almeno fino a quando James Cameron non ha battuto sé stesso con Avatar. In termini di livello linguistico, Titanic è piuttosto facile da capire e quindi adatto a chi è alle prime armi con l’inglese.

LEGGI ANCHE: I film da non perdere al cinema durante le feste natalizie

Piraña paura, The Abyss, Terminator e True Lies

  • Il vocabolario più semplice si trova nel film Piraña paura del 1981. Il primo lavoro da regista di James Cameron ha incassato quattro volte il suo budget di produzione di 100.000 dollari e costituisce la base del lavoro della sua vita. Già il suo secondo lavoro – il film Terminator 2 – Il giorno del giudizio con Arnold Schwarzenegger – ha incassato 78 milioni di dollari e recuperato dodici volte i costi di produzione.
  • Il più grande flop di Cameron ha comunque realizzato un piccolo profitto. Il film d’azione fantascientifico del 1989 The Abyss è costato 54 milioni di dollari USA. Ha guadagnato però solo circa 70 milioni di dollari USA a livello internazionale. Il film è impegnativo dal punto di vista linguistico, ma anche utile per migliorare le proprie conoscenze dell’inglese. Soprattutto per quanto riguarda il vocabolario tecnico e militare.
  • Sebbene il primo film di Terminator, interpretato da Arnold Schwarzenegger, sia molto meno parlato del suo sequel, il secondo episodio di Terminator è più impegnativo dal punto di vista linguistico. La sceneggiatura di Terminator contiene 3.685 parole, compreso l’iconico addio I’ll be back. La sceneggiatura di Terminator 2 – Il giorno del giudizio contiene esattamente 5.857 parole nell’originale inglese, ma ha un livello linguistico inferiore.
  • Anche True Lies, con Arnold Schwarzenegger nei panni di un agente segreto che combatte i terroristi, è uno dei film di James Cameron la cui sceneggiatura contiene un vocabolario piuttosto facile da comprendere. La produzione del film d’azione è costata 100 milioni di dollari e ha incassato oltre 356 milioni di dollari, inoltre True Lies è stata l’ultima collaborazione tra Cameron e Schwarzenegger.

Come è stata condotta la ricerca

Per classificare tutti i film di James Cameron in base al loro livello di difficoltà linguistica, i linguisti hanno analizzato tutte le parole contenute nella sceneggiatura e ne hanno indicato il rispettivo livello linguistico (A1, A2, B1, B2, C1) secondo l’Oxford English Dictionary. Ai diversi livelli linguistici è stato assegnato un punteggio. Le parole di livello A1 hanno ricevuto 1 punto, quelle di livello A2 due punti. Sono stati assegnati sei punti per il B1, otto punti per il B2 e dodici punti per le parole del livello linguistico più alto, il C1.

LEGGI ANCHE: I Sansoni a ‘Striscia la Notizia’: «Il nostro obiettivo è sempre far ridere»

In questo modo si è ottenuta una somma per tutti i film analizzati che esprime il livello di difficoltà della lingua nel film. Per poter confrontare i film, alcuni dei quali hanno tempi di proiezione molto diversi e quindi sceneggiature più complete, i totali sono stati standardizzati. Si è potuto così determinare una classifica equa di tutti i film natalizi in base al loro livello linguistico.

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!