Liguria, il magico borgo medievale con il ponte amato da Monet

Foto
'Un gioiello di leggerezza', così Claude Monet descriveva il ponte del borgo medievale in Liguria che aveva rapito il suo cuore
- - Ultimo aggiornamento
loading

In Liguria nella Riviera di Ponente si trova un borgo medievale che rapì il cuore di Monet, tanto da essere ritratto in diversi dipinti. È Dolceacqua in provincia di Imperia.

LEGGI ANCHE: — Il borgo delle stelle si trova in Liguria, ha dato il suo nome ad un asteroide 

Siamo nella Val Nervia e il borgo è diviso in due dall’omonimo corso d’acqua. La parte antica si trova ai piedi del Monte Rebuffo ed è dominata dal Castello dei Doria, una costruzione del XIII secolo che subì modifiche ed ampliamenti nel corso del XIV secolo fino a diventare nel rinascimento una residenza nobiliare. La parte moderna del borgo, si estende sulla riva opposta del Nervia, lungo la strada che sale da valle.

“Il luogo è superbo, vi è un ponte che è un gioiello di leggerezza”

Claude Monet

Ad unire le due ‘anime’ di Dolceacqua un ponte romanico del XV secolo detto Ponte Vecchio. La sua forma semplice ma elegante con l’arco di circa 33 metri, colpì il cuore di Claude Monet uno dei massimi esponenti dell’impressionismo. Il pittore nel 1884 stava facendo un viaggio nella Riviera di Ponente (che va dai quartieri occidentali di Genova fino al confine francese). Rimase colpito da questo magico borgo medievale e decise di immortalarne diverse vedute nelle sue tele.

Oggi nei punti in cui Monet posizionò il suo cavalletto, il Comune ha posto due targhe commemorative: in questo modo tutti i visitatori potranno guardare quello scorcio ‘con gli occhi di Monet’.

Crediti foto@Shutterstock

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Guarda la photogallery
Dolceacqua, il borgo ritratto da Monet
Il borgo medievale ai piedi del Monte Rebuffo
L'incontro di Monet nel 1884
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!