La Fornarina: i nuovi panettoni per il Natale 2019

La Fornarina compie 30 anni e festeggia con gusto e passione in vista del Natale proponendo nuovi prodotti che sapranno conquistare anche i palati più esigenti.
- - Ultimo aggiornamento
loading

La Fornarina: la passione di Luciana e Cristiano

Tradizionale o in golosissime versioni, panettone e pandoro non possono mancare nella lista della spesa da fare durante le festività natalizie. Sceglierli in base ai propri gusti o secondo le preferenze di chi li riceverà in dono è un ottimo punto di partenza, ma per essere sicuri di non sbagliare, sarebbe importante non rinunciare all’artigianalità.

La preparazione secondo tradizione e l’accurata selezione degli ingredienti dovrebbero essere due fattori dirimenti quando si acquistano questi dolci tipici del Natale. Ma non basta: la passione delle mani che impastano e infornano rende il prodotto ancora più prelibato.

LEGGI ANCHE: — Black Friday, i migliori maritozzi di Roma al 50% di sconto: ecco dove mangiarli 

Lo sanno bene Luciana Cavaliere e Cristiano Spurio, anima e cuore de La Fornarina, un angolo di fragranza e dolcezza nel cuore della Garbatella, dove si sfornano non solo cose buone, ma anche genuine e preparate con amore. E in occasione dei 30 anni di storia, per il Natale 2019 si sfornano novità golose, tutte da gustare.

Le novità del Natale 2019

Nel laboratorio de La Fornarina si lavora a ritmo serrato ogni giorno per portare sul bancone pane fragrante e gustosi manicaretti dolci e salati. Un impegno quotidiano che va avanti dal 1989 e che non viene certamente a mancare durante il periodo natalizio, quando oltre a pizze, cornetti e pasticcini di ogni sorta, gli affezionati clienti possono scegliere anche tra diverse varianti di panettone.

Un’offerta che quest’anno – in occasione del trentennale di questo storico forno della Garbatella – si arricchisce con due deliziose new entry: il panettone Mediterraneo e il panettone Terno.

A sorpresa, stravolgendo con estro la tradizione, il primo rinnova l’idea del lievitato natalizio non tanto per la farcia ma per l’impasto, realizzato con tre diverse farine.

Tre sono anche i tipi di cioccolato – fondente, al latte e bianco – presenti invece nel Terno, preparato con farina di tipo 0, uova fresche, burro di panna centrifugata, Vaniglia Tahiti, zucchero, lievito Madre, latte intero in polvere, sale.

Il panettone Mediterraneo de La Fornarina: il nostro assaggio

Il taglio rivela il risultato della riuscita sperimentazione: l’unione della farina 0 con quelle integrale e di segale rende il dolce più bruno rispetto al classico lievitato, mantenendo comunque intatta la sua fragranza. Non solo: l’impasto si presenta morbido grazie all’utilizzo del lievito madre e del burro belga Corman.

Il prodotto finale, grazie all’aggiunta di semi di girasole, semi di lino, fiocchi di soia e granella di mais, consegna in bocca quella profondità di sapori a cui il suo ideatore – il pastry chef Cristiano – aspirava. Non delude, infine, la farcia a base di mandorle pelate, chinotto candito e albicocche del Vesuvio candite: un contrasto che sorprende.

panettone la fornarina
foto: La Fornarina

Il Pandoro e gli altri panettoni 

Che sia quello classico o una delle squisite varianti, il panettone de La Fornarina non delude, merito delle materie prime utilizzate, tutte di alta qualità, freschissime e, gran parte delle quali, a Km zero.

Quello tradizionale si caratterizza per l’impasto morbido e leggero, frutto di una sapiente preparazione con farina di tipo 0, burro fresco di panna centrifugata, uova locali freschissime di allevamento a terra.

A rendere ancor più prelibato questo tipico dolce natalizio anche la lievitazione naturale a base di lievito madre e l’utilizzo della uvetta sultanina australiana e della scorza d’arancia Navel di Calabria.

panettone la fornarina

I più viziosi non si lasceranno sfuggire l’occasione di assaggiare anche la golosa variante del panettone con pere e cioccolato, preparato con pere biologiche e cioccolato fondente. Una vera goduria per il palato, anche per quelli più esigenti.

Infine, chi vuole invece restare saldamente ancorato al sapore della tradizione, non può ignorare il pandoro classico. Ingredienti freschi e selezionati come le uova e il burro di panna centrifugata, uniti alla farina di tipo 0, allo zucchero, allo zucchero invertito, alla vaniglia Tahiti e al Burro di cacao, rendono il prodotto soffice e profumato. Fondamentale la lievitazione di 48 ore e a base di lievito madre.

Insomma, tutti prodotti che vincono la sfida dell’assaggio e che garantiscono un figurone con amici e parenti.

pandoro la fornarina
foto: La Fornarina

Il costo dei panettoni de La Fornarina varia dai 21 euro ai 23 euro al chilo. Potete decidere di acquistarlo direttamente in sede, magari approfittandone per bere anche un buon caffè, oppure potete optare di farlo recapitare al domicilio prescelto ordinandolo su cosaporto.it.

 

Info e Contatti

La Fornarina

Piazza Oderico da Pordenone 4, 00145 Roma

Tel. 06 5110133

Email: info@la-fornarina.com

Visita il sito e la pagina Facebook

(foto @facebook)