Maker Music 2020: la musica del futuro riparte da Roma. Intervista ad Andrea Lai

Dalla Rap Raoulette con Clementino allo scrivere una hit con Joe T. Vanelli: tutto questo e molto altro è Maker Music 2020.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Dal 10 al 13 dicembre arriva per la prima volta in versione virtuale, la nuova edizione del Maker Faire Rome – European Edition 2020, all’interno del quale ci sarà Maker Music che porterà la musica all’attenzione di semplici appassionati e addetti ai lavori. Uno spazio virtuale unico e inedito che vedrà ospiti nomi illustri della musica italiana: Samuel, Boosta, Arisa, Boss Doms, Frankie Hi NRG, Coccoluto, Saturnino, Clementino, Samuele Bersani solo per citarne alcuni.

“Maker Music è la sezione che Maker Faire dedica quest’anno alla musica, all’innovazione e alla creazione musicale. – Spiega ai nostri microfoni Andrea Lai, co-curatore dell’evento insieme ad Alex Braga – Si rivolge a chiunque voglia capire, scoprire come si fa musica.”

Maker Music 2020: la musica del futuro riparte da Roma. Intervista ad Andrea Lai

Leggi anche:– Maker Music 2020: alla fiera dell’innovazione si immagina il futuro della musica

Un appuntamento, interamente gratuito, che si rivolge a tutti addetti ai lavori e non che accenderà i riflettori sul percorso che c’è dietro alla creazione della musica. Dalla scrittura delle parole sempre più complessa, alle nuove forme di fruizione della musica, dalle serie TV al gaming agli smart speaker. Scenario virtuale di questo evento, la capitale che negli anni è stata protagonista di una fermento musicale notevole.

“C’è ancora fermento – prosegue Lai – C’è tantissima Roma nelle classifiche italiane. Non conta purtroppo più per tutto quello che riguarda il business industry musicale che è tutto a Milano. Per fortuna però ci sono ancora tanti tanti artisti a Roma che continuano a fare musica, ad entrare in classifica e ad influenzare le tendenze”.

Maker Music sarà un palcoscenico speciale in cui i protagonisti della nuova scena italiana racconteranno il presente della musica, il presente più avanzato che potrebbe esserne il futuro, ma che in realtà è già fra noi. Accanto a loro registi, pensatori e professionisti perché la musica confina con tutto.

Perché partecipare?

Per semplice curiosità, per cercare di capire questo affascinante mondo che è la musica, in grado di farci sognare, sfogare ed evadere.

Maker Music, offrirà anche una importante vetrina artistica: dal Faktory Studio di Milano di Joe T. Vannelli, vedremo e sentiremo come si scrive una hit. Ce lo racconteranno i produttori di riferimento della nuova scena italiana, capaci di captare l’aria che tira e di trasformarla con il loro stile in musica da dischi d’oro: Boss Doms, Mace, Fritz Da Cat, Stefano Fontana accompagnato da Saturnino sveleranno i loro trucchi, condivideranno segreti raccontando il making della loro musica. Uno sguardo dall’interno sul mondo di chi riempie le classifiche di Spotify di successi che diventano la colonna sonora di una generazione”.

Spazio anche al gioco con Rap Roulette: in una stanza virtuale ci saranno rapper e freestyler di fama quali Clementino, Ensi ed Egreen, mentre in un’altra degli aspiranti freestyler che in maniera random (da qui il nome rap roulette) avranno la possibilità di esibirsi davanti ai giudici. Se saranno bravi al massimo avranno a disposizione 1 minuto per dimostrare quello che sanno fare, ma attenzione: i giudici possono buttarli fuori dalla chat con un semplice clic.

Per gli amanti dei software e dei synth ci saranno incontri con Native Instruments, Ableton Live, e Moog.

Appuntamento dal 10 al 13 dicembre con Maker Music su www.makerfairerome.eu

Crediti foto@Kikapress

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!