Monogamish alla Festa di Roma: intervista a Tao Ruspoli

Foto
La Festa del Cinema 2015 presenta un curioso docufilm di Tao Ruspoli, regista e fotografo dalle origini aristocratiche, che parla di rapporti d’amore, di sesso […]
-
loading

La Festa del Cinema 2015 presenta un curioso docufilm di Tao Ruspoli, regista e fotografo dalle origini aristocratiche, che parla di rapporti d’amore, di sesso e del concetto di monogamia.

Dopo il doloroso divorzio dall’attrice Olivia Wilde, Tao Ruspoli ha realizzato un film indipendente in cui indaga sulla idea di matrimonio e di rapporto monogamico con illustri interlocutori, psicologi, storici, terapisti, artisti, ma anche lavoratori del sesso, familiari, amici e coppie normali. Ne esce un quadro variegato in cui regista e spettatore scoprono qualcosa in più sul concetto di famiglia, sulla sua non convenzionale in particolare, e sulla psicologia dell’amore e del matrimonio, che stimolano a mettere in discussione i valori della famiglia tradizionale.

Nelle note di regia che accompagno il film, Tao Ruspoli scrive che: “Ogni anno più di un milione di americani divorzia. E non sono solo le coppie che soffrono. Prima che raggiungano l'età adulta, la metà dei bambini americani vedranno i loro genitori divorziare”. Aggiunge che l’infedeltà e le esperienze di famiglia alternativa sono molto comuni, e questo fa riflettere sulla crisi della istituzione del matrimonio e della monogamia. 

Nell’intervista esclusiva rilasciata a Funweek sul Red Carpet della Festa del Cinema Tao Ruspoli dice che l’idea del film gli è venuta dopo essere passato attraverso un difficile divorzio: “Volevo capire da dove nasce l’idea della monogamia e l’istituzione del matrimonio che dura tutta la vita; ci si sposa per un atto d’amore, romantico ma il matrimonio comprende tantissime altre cose dal punto di vista economico, religioso, bambini, sesso e tutta la storia del matrimonio che stiamo portando avanti quando ci sposiamo”. Da questa idea è iniziato un viaggio di 3 anni che gli ha fatto scoprire tante cose e in cui ha cercato di aiutare molte persone ad aprire un dialogo che possa spingere a mantenere i rapporti sani.

Non si sbilancia sulla sua personale idea di rapporto d’amore, perché “sarebbe presuntuoso dire alle persone che tipo di rapporto devono scegliere, se monogamico o meno, ma quello che posso fare con il film è aiutare le persone a aprire un dialogo". E conclude sorridendo, dicendo che ha trovato il suo punto di vista sulla tipologia di rapporto, “ma non lo dico perché la gente deve andare a vedere il film per saperlo”.

Il film è diretto da Tao Ruspoli che ne ha scritto la sceneggiatura insieme a Mark Wrathall. Ruspoli è stato aiuto regista di  Oliver Stone, ha diretto diversi corti e documentari.

Guarda la photogallery
Monogamish alla Festa di Roma: intervista a Tao Ruspoli
Monogamish alla Festa di Roma: intervista a Tao Ruspoli
Monogamish alla Festa di Roma: intervista a Tao Ruspoli
Monogamish alla Festa di Roma: intervista a Tao Ruspoli