La ragazza che pensa di essere un cadavere ambulante Foto - Video

In Alabama c’è una ragazza di appena di 17 anni, Haley Smith, che dopo il divorzio dei genitori ha provato […]

In Alabama c’è una ragazza di appena di 17 anni, Haley Smith, che dopo il divorzio dei genitori ha provato una sensazione tremenda che l’ha portata a pensare di essere morta.
HANNO SCONFITTO LA MORTE PER SEMPRE 

Per tre lunghissimi anni l’adolescente – occhioni grandi e sorriso dolcissimo – è stata affetta da una rarissima malattia che si chiama ‘sindrome di Cotard’, meglio conosciuta come ‘sindrome del cadavere ambulante’.

 

Come spiegano gli esperti, questo disturbo psichico porta la persona a credere di non essere più in vita o aver perso degli organi vitali o ancora a non sentire i normali bisogni come quello di nutrirsi o bere.

Per fortuna Haley ha sconfitto la malattia grazie all’aiuto del suo terapeuta e, incredibile ma vero, dei film Disney come La Sirenetta, Aladdin, La Bella Addormentata e Bambi. "Mi davano una bella sensazione – ha spiegato la ragazza – mi facevano stare bene”.

“Un giorno, mentre ero seduta in classe, ho provato una sensazione davvero strana. Mi sentivo morta – ha raccontato – Fantasticavo di fare un picnic in un cimitero – ha detto ancora – e passavo un sacco di tempo a guardare film horror perché vedere gli zombie mi faceva sentire rilassata, come se fossi in famiglia”.

Guarda la photogallery

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!