Kaos, Netflix sale sull’Olimpo con una serie sui miti greci

Dopo gli anni '90, nessuno ci ha più offerto una bella serie tv che parlasse di mitologia: ci prova Netflix, con questo nuovo esperimento di cui si sa ancora molto poco

Prendete un immaginario affascinante e immenso come quello della mitologia greca e mettetelo nelle mani di Charlie Covell, autrice di The end of f**ing world su cui Netflix ha deciso di scommettere: il risultato sono 10 episodi di una serie che si chiamerà Kaos e che rivedrà in salsa dark i miti greci.

Amore, sesso, tradimento, invidia, gelosia, infanticidi e chi più ne ha più ne metta: i miti greci non mancano nè di teatralità nè di pathos (li hanno inventati loro), non resta quindi che iniziare ad interrogarsi sulla struttura della serie e sul possibile cast.

10 episodi per 10 miti? O la narrazione di un certo periodo storico con sullo sfondo le geste degli dei (vedi la guerra di Troia)? Non possiamo ancora dirlo ma se avete amato Troy, questo è decisamente pane per i vostri denti.

Netflix descrive così la serie: “Una nuova narrazione, dark e contemporanea, della mitologia greca, che esplorerà i temi delle politiche gender, del potere, e della criminalità”

Serie tv sui miti greci: dopo gli anni ’90 il nulla

Di una bella serie tv sui miti greci se ne sentiva il bisogno: siamo tutti cresciuti con Pollon, con Hercules o con Xena – Principessa guerriera, ma negli ultimi anni, dopo il flop di Atlantis, fronte serie tv questo tema non è stato molto sviluppato.

C’è quindi da sperare nel progetto ordinato da Netflix: le premesse per un successo ci sono tutte!

 

 

Francesca Di Belardino

Giornalista, amante delle serie tv, gattara: mi piace il Britpop, la televisione, i libri di carta e cerco di scriverne meglio che posso. Ancora in attesa della mia lettera da Hogwarts.

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!