Ad aumentare soprattutto il costo del cibo, ma anche delle visite mediche e degli accessori, soprattutto per i gatti.

L’inflazione che ha colpito l’economia italiana negli ultimi tempi non ha risparmiato neanche gli amici a quattro zampe e i loro padroni. Gli oltre 18,8 milioni di italiani che possiedono un animale domestico stanno sperimentando aumenti significativi nei costi associati al loro mantenimento. Dopo gli aumenti dei prezzi su bollette, spesa alimentare, carburanti e assicurazioni, anche il budget per gli animali domestici è sottoposto a pressioni al rialzo e a finire sotto pressione, ancora di più, è l’economia casaliga.

LEGGI ANCHE: Gli animali domestici hanno un’influenza positiva sul nostro benessere mentale

Secondo un’indagine commissionata da Facile.it all’istituto di ricerca Emg Different, il costo annuale per il mantenimento di un animale domestico oscilla tra i 780 e i 1.200 euro a famiglia, a seconda del tipo di animale posseduto. Questa spesa include non solo il cibo, ma anche accessori, visite veterinarie e assicurazioni. Gli italiani, in media, spendono circa 600 euro all’anno per un cane e 390 euro per un gatto. Dato che la maggior parte delle famiglie possiede in media due animali domestici, il costo complessivo varia tra i 780 e i 1.200 euro l’anno.

L’inflazione colpisce anche il mondo pet

Tra le diverse voci di spesa, sono soprattutto gli alimenti per animali a subire gli aumenti più significativi, con il 89% dei proprietari di animali che hanno dichiarato un aumento dei costi nell’ultimo anno. Subito dopo, al secondo posto, ci sono i costi veterinari, con il 51% dei proprietari che ha registrato un aumento. In particolare, i possessori di gatti si lamentano di aumenti più consistenti rispetto a quelli che hanno cani: il 64% dei proprietari di gatti ha notato aumenti dei costi, mentre la percentuale è del 58% per i proprietari di cani.

LEGGI ANCHE: Giornata mondiale degli animali: ricordiamoci dei loro diritti!

Chi possiede un gatto lamenta principalmente l’aumento dei prezzi del cibo, con il 91% dei proprietari che ha riferito di costi più elevati per l’alimentazione. D’altra parte, i proprietari di cani hanno sperimentato un aumento maggiore nelle spese veterinarie, con il 55% che ha notato un incremento. Per far fronte a parte di queste spese veterinarie, molti proprietari scelgono di sottoscrivere un’assicurazione per animali domestici, con tariffe che variano dai 10 ai 20 euro al mese. Tuttavia, al momento, solo il 29% dei proprietari ha optato per questa forma di copertura assicurativa, coinvolgendo quasi 5,5 milioni di individui.

I proprietari di animali domestici sono generalmente una categoria disposta a spendere per il benessere dei pets, considerati veri e propri elementi della famiglia: a fronte di questi rincari però c’è da chiedersi quanto ancora sarà possibile mantenere questo stile di vita.