Il principino George rapito o ucciso fuori dalla scuola: l’ISIS, l’attacco terroristico e lo sconcerto per la famiglia Reale Articolo - Video

$photogallery_img_class))."\n";?>
Husnain Rashid progettava di rapire il piccolo George

Davanti alla corte di Woolwich Crown, l’uomo – residente nel Lancashire – ha ammesso di aver commesso tre reati, tra cui la progettazione di attentati al cuore e ai simboli di Londra e la propaganda di terrorismo.

L’incitamento a colpire il primogenito di William e Kate nonché terzo nella linea di successione alla corona, avveniva su Telegram in una chat di gruppo dove Rashid gestiva il canale criptato ‘Mujahid solitario’.

Era nei piani dell'ISIS attaccare la famiglia reale colpendola sul lato emotivo con l'uccisione o il rapimento del Principino George. Ecco quali erano i piani
Vai all'articolo completo

Eleonora D'Urbano

34 anni, una laurea in Storia del Cinema Italiano, una in Storia e Tecnica della Fotografia e... una sana passione per il gossip e la tv.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!