Napoli contro la Treccani: la definizione è offensiva Foto - Video

Abbiamo sentito spesso, purtroppo, utilizzare la parola ‘Napoli’ non per indicare la splendida città, ma come dispregiativo. Addirittura sul sito […]

Abbiamo sentito spesso, purtroppo, utilizzare la parola ‘Napoli’ non per indicare la splendida città, ma come dispregiativo. Addirittura sul sito della prestigiosa enciclopedia ‘Treccani’ troviamo scritto:
CHE FELICITA’ ESSERE NEGRA, LA DICHIARAZIONE SHOCK

“Sostantivo maschile e femminile dal nome della città di Napoli. Designazione e appellativo ingiurioso, usato talvolta per designare i napoletani o, più generalmente, un meridionale immigrato nel Nord d’Italia […] (Giovanni Testori)”

Ed è proprio contro l’uso indiscriminato ed offensivo della parola che è partita la campagna lanciata attraverso la sua pagina Facebook da Carmine Maturo, presidente di ‘Legambiente Neapolis 2000’ che dichiara:

 

“ La parola ‘Napoli’ viene spesso usata in maniera sprezzante per indicare tutto il Meridione. La Treccani la riporta come modo di dire. Ma è la definizione che fornisce ad essere riduttiva ed erronea"

Infatti dalla sua pagina social ha fatto partire una petizione per chiedere non la cancellazione, ma la rettifica della definizione.
Al posto di quella esistente Maturo propone:

Napoli: denominazione e appellativo spregiativo, di origine postunitaria, dato agli italiani del Mezzogiorno da quelli settentrionali, soprattutto in contesti di bassa e mediocre cultura".

Che dire? Sembra decisamente una richiesta ragionevole, soprattutto visto che gli anni ’50 sono passati da un bel pezzo, sarebbe ora che imparassimo le buone norme di una convivenza civile!

Guarda la photogallery
+2
+2

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!