Lorella Cuccarini, polemiche per l’addio alla RAI: cosa è successo con Alberto Matano

Lorella Cuccarini, polemiche dopo l'addio alla RAI: cosa è successo con Matano dopo l'ultima puntata de La Vita in diretta
- - Ultimo aggiornamento
loading

Lorella Cuccarini, l’addio a La Vita in diretta tra le polemiche

Tempo di cambiamento in RAI! Sono giorni di grande manovre in Viale Mazzini, dove in queste ore sono stati definiti i palinsesti autunnali della Rai che, presumibilmente, saranno presentati alla stampa il prossimo 9 luglio.
La Rai da settembre cambierà volto, tra nuovi ingressi, graditi ritorni, piacevoli conferme e addii eccellenti. A non tornare in onda dal prossimo settembre, tra gli altri, saranno tre volti illustri di “Mamma Rai”: Lorella Cuccarini, Caterina Balivo e Elisa Isoardi. La prima non sarà più al timone de La vita in diretta, rimessa in panchina dalla Rai dopo una sola stagione. Il programma pomeridiano di Rai1 non ha brillato per ascolti, se non in qualche occasione durante la pandemia. Lorella Cuccarini è sempre stata in onda insieme ad Alberto Matano per informare il pubblico a casa ma a Viale Mazzini tira aria di repulisti e le presunte posizioni politiche della showgirl, considerata “sovranista” non sembrano più essere gradite.

LEGGI ANCHE: — ‘Vergognati’, Lorella Cuccarini sbotta su Instagram: la sua provocazione l’ha fatta innervosire

Lorella Cuccarini e Alberto Matano

Lorella Cuccarini, l’appoggio dei suoi colleghi dopo l’addio a La vita in diretta

E’ l’addio di Lorella Cuccarini ad aver alzato un vero coro di polemiche. Quando ha iniziato a circolare la voce di un possibile allontanamento di Lorella Cuccarini, infatti, sui social è nato l’hashtag #iostoconlorella. Sono stati molti quelli che hanno espresso il loro dissenso a questa decisione, soprattutto alla luce della sua lunga carriera.
Voci che stanno facendo discutere pubblico, politica e addetti ai lavori, mentre all’ex ballerina arrivano attestati di stima da parte dei colleghi.

La solidarietà che sta ricevendo Lorella Cuccarini per la sua possibile mancata riconferma a “La vita in diretta” è la migliore risposta a tutto. Forza!” scrive ad esempio il famoso profilo parodia di Maurizio Costanzo. Un pensiero con il quale si trova d’accordo anche Simona Ventura che ha messo il suo Mi piace. SuperSimo e Lorella non solo fanno parte entrambe della scuderia di Lucio Presta, ma sono anche molto amiche oltre che colleghe.

LEGGI ANCHE: — Alberto Matano e il commento su Lorella Cuccarini: come definisce la sua collega de La Vita in diretta

Alla vigilia dell’ultima puntata, anche Pierluigi Diaco ha riservato parole d’affetto e stima nei confronti della sua amica e collega. “Si è contraddistinta x competenza e senso del dovere. È una professionista che lavora con passione e correttezza. Le auguro che la vita professionale continui a darle ciò che merita” ha scritto su Twitter il conduttore di Io e te.

Anche Salvo Sottile non si è tirato indietro e ha commentato ciò che sta succedendo con poche ma incisive parole: “Penso che Lorella si sia messa in gioco e piaccia o no, è una grande professionista. C’è ancora spazio per lei. Usare l’alibi della politica per annacquare 30 anni di mestiere lo trovo ingiusto” ha cinguettato il padrone di casa di Mi manda Rai3.

Lorella Cuccarini, la lettera pungente per Alberto Matano

Alla vigilia dell’ultima puntata del programma la Cuccarini si è voluta togliere qualche sassolino dalla scarpa inviando una mail di ‘addio’ a tutti i colleghi del programma.

‘La mia prima volta’, si legge nell’oggetto della mail: “Cari compagni di viaggio, è arrivato il momento dei saluti – scrive – ma prima vorrei condividere con voi ciò che questa avventura ha rappresentato per me. È stata la mia prima volta in un programma quotidiano così complesso. Di programmi televisivi ne ho fatti tanti, ma una ‘macchina infernale’ come quella di ‘Vita in diretta’ non l’avevo mai guidata. La prima volta (e speriamo l’unica) in cui abbiamo dovuto convivere con il dramma di una pandemia devastante. A proposito, grazie per il vostro coraggio. La professionalità la diamo per scontata, il coraggio no…”.

Poi la conduttrice parte all’attacco del collega Alberto Matano, che però non nomina mai: ”C’è una ‘prima volta’ alla quale non ero preparata: il confronto con l’ego sfrenato e sì, diciamolo pure, con l’insospettabile maschilismo di un collega di lavoro. Esercitato più o meno sottilmente, ma con determinazione. Costantemente. Talvolta alternato ad incredibili (e mai credute) dichiarazioni pubbliche di stima nei miei riguardi.

So che tutto questo non devo certo ricordarlo a voi che eravate qui. E se si volesse cercare il perché di tutto questo, non sarebbe certo necessario rivolgersi alla Bruzzone”. ”Malgrado tutto, mi ritengo fortunata per due motivi -prosegue la conduttrice- perché in questi mesi ho avuto il privilegio di poter fare vero Servizio Pubblico e perché, in tutta la mia vita, ho conosciuto prevaricazioni di questo tipo solo ora, a 55 anni. Niente al confronto di molte donne che hanno sperimentato questa realtà fin da subito senza avere neppure la forza di opporsi o di parlarne. Malgrado tutto però è stato bello condividere questi mesi con voi -conclude- Non so dove, non so quando, magari ci ritroveremo… Grazie di cuore a tutte le anime belle che ho incontrato. Vi abbraccio, Lorella Cuccarini”.

Le ex colleghe di Alberto Matano in difesa del loro collega

“Abbiamo provato smarrimento e incredulità per le tue parole“. Una replica secca e tutta al femminile è arrivata – dalla squadra de La Vita in Diretta – alle dichiarazioni shock rilasciate da Lorella Cuccarini in occasione del suo addio al programma. E’ così partito un messaggio di risposta diretto esplicitamente a Lorella Cuccarini. Eccone i contenuti.
“Cara Lorella dopo aver letto la tua mail, arrivata a ridosso dell’ultima puntata del programma, abbiamo provato smarrimento e incredulità per le tue parole. Abbiamo trascorso mesi durissimi e difficili in cui abbiamo lavorato insieme, con te e con Alberto, con impegno e dedizione, per gli stessi obiettivi e non ci aspettavamo una conclusione come questa. Fare finta di niente sarebbe la soluzione più semplice ma sentiamo il bisogno di dover dire la nostra, da donne. Abbiamo lavorato per tutta la stagione invernale in questo programma e siamo sorprese e amareggiate e stentiamo ancora a credere alle accuse di maschilismo rivolte ad Alberto”, si legge nel messaggio, firmato da quattordici donne del gruppo di lavoro de La Vita in Diretta: Maria Graziano, Maria Teresa di Furia, Elena Martelli, Ilenia Petracalvina, Shaila Risolo, Raffaella Longobardi, Raffaella longobardi, Lucia Loffredo, Lucilla Masucci, Simona Giampaoli, Sonia Petruso, Erika Tuccino, Mara Pannone, Sara Verta, Donatella Cupertino

Da parte di queste ultime è arrivata una netta smentita alle rimostranze rivolte dalla Cuccarini a Matano. Al riguardo, le firmatarie della comunicazione scrivono ancora:
“La nostra esperienza di lavoro con lui è stata caratterizzata da rispetto e riconoscimento professionale. Da grande giornalista, Alberto ha saputo valorizzare ognuno di noi nel proprio ruolo, con passione generosità e intelligenza, avendo sempre come obiettivo la qualità del programma“.

Così, nel giro di poche ore l’ormai ex conduttrice de La Vita in Diretta ha ricevuto una seconda ’scoppola’ (a esporsi per prima al rischio di accese repliche, tuttavia, era stata lei stessa). Poco prima, infatti, anche l’anchorwoman del Tg1 Costanza Crescimbene si era espressa pubblicamente in difesa di Matano, col quale aveva condiviso la vita di redazione.
10 anni di lavoro fianco a fianco e ora mi tocca leggere la parola maschilista associata ad Alberto Matano. Siamo nel regno dell’assurdo. Le comiche.

Lorella Cuccarini, l’amicizia per Marco Columbro

E mentre impazzano le polemiche sulla querelle Lorella Cuccarini e Alberto Matano, l’ex conduttrice de La Vita in diretta ricorda a tutti l’amicizia profonda che è riuscita a instaurare con un altro grande conduttore tv, Marco Columbro.


E c’è chi vorrebbe fare uno smacco alla RAI chiedendo a Mediaset di riportare in tv la famosa coppia Cuccarini-Columbro magari dietro il bancone di Striscia la Notizia