Lilith Festival 2016: a Genova il Festival della Musica d’Autrice, da Nada a Marianne Mirage

Sabato 11 giugno in piazza De Ferrari a Genova (OPPURE IN CASO DI MALTEMPO al Teatro della Tosse di via San Donato, presso la sala concerti […]
-

Sabato 11 giugno in piazza De Ferrari a Genova (OPPURE IN CASO DI MALTEMPO al Teatro della Tosse di via San Donato, presso la sala concerti “La Claque”) saranno protagoniste alcune delle più interessanti outsiders del panorama musicale nazionale. Headliner sarà Rita Lilith Oberti & the Sinnersaints: sulle scene dagli anni Ottanta con la band dei Not Moving, la cantante e performer piacentina è stata chiamata a collaborare negli ultimi tempi dai principali esponenti del migliore rock d’autore nostrano e ha partecipato alle recenti produzioni di Cesare Basile e Marco Parente, per citarne alcuni. Ad accompagnarla al Lilith Festival i Sinnersaints in versione revisited, nelle persone di Tony Face alla batteria Piccola (Not Moving, Lilith, Link Quartet), Massimo Vercesi alla chitarra (Screamshankers, Lilith), Luca "Talia" Accardi alla fisarmonica e al wurlizer (Ritmo Tribale, NoGuru). Sarà una serata ad alto contenuto rock: nella stessa sera si esibirà anche la cantautrice romana Ilenia Volpe, che nel 2015 ha dato alle stampe il secondo disco “Mondo al Contrario”, un tassello più maturo e meditato a completare il furore punk-rock del primo “Radical Chic Un Cazzo”, prodotto da Giorgio Canali, che nel 2012 era stata una bella boccata d’aria fresca (e arrabbiata) nella scena del cantautorato italico. A scaldare la serata ci saranno anche i toscani Rumore Rosa, il cui nuovo disco dal titolo emblematico “UOAAOO” è il grido liberatorio di chi non accetta di piegarsi alla finzione sociale e sceglie di abbracciare la propria essenza più profonda, un grido che ha la bella voce della frontwoman Margot. Aprirà la serata Martina Vinci, di Genova, giovanissima ma già con un curriculum di tutto rispetto: per citarne solo qualche passaggio, ha vinto il Premio Max Parodi nel 2015 ed è stata coautrice di una sigla del programma “Colorado”.

La serata di domenica 12 giugno si chiude in bellezza con il live di Nada & A Toys Orchestra: la cantautrice torna, a due anni di distanza dal bellissimo “Occupo Poco Spazio”, con un disco nuovo, “L’amore Devi Seguirlo” uscito per Santeria/Audioglobe il 15 Gennaio 2016. Ad accompagnarla dal vivo, A Toys Orchestra, band che si è costruita uno spazio di tutto rispetto nella scena indie-rock nazionale e che riesce nell’intento di rispettare l’immediatezza con cui è stato registrato l’ultimo lavoro di Nada, una manciata di canzoni “vestite di stracci semplici ma montati come un patchwork che li rende piccole opere d'arte, di un artigianato che ha regole classiche ma che guarda al futuro, che è capace di far convivere la distrazione e l'impegno, di scovare la leggerezza nella profondità dell'essere”. Sempre nella serata finale di domenica, si esibiranno anche Claudia Pastorino, vera madrina della scena cantautorale al femminile a Genova, che nel 2015 ha pubblicato il cd “Claudia” per festeggiare i 25 anni di carriera. Fari puntati anche su Marianne Mirage, nuova rivelazione della Sugar, il cui disco “Quelli Come Me”, uscito il 25 marzo per l’importante casa discografica di Caterina Caselli sta ricevendo grande attenzione dai media per la miscela sensuale fatta di semplici melodie nate da una chitarra classica unite ad una batteria soul e a un basso dai suoni groove; il singolo “Game Over” è già in heavy rotation su alcune delle principali radio nazionali. Impegno, grande presenza di palco e un nuovo bellissimo disco per la cantautrice calabrese Sara Velardo, già vincitrice del contest Musica Contro le Mafie, che torna a Genova stavolta in formazione elettrica, a presentare “3”, disco che dopo “Migrazioni” e “Polvere e Gas” la riconferma tra le più interessanti proposte della scena cantautoriale della penisola.

 

Altra novità del Lilith di quest’anno, nelle giornate del Festival la musica si potrà assaporare fin dal pomeriggio, presso i busking corner a cura di U.G.A. (Unione Giovani Artisti), collettivo genovese di musicisti, illustratori, grafici, scrittori, videomaker. MISENTOTALE, RIVER, Chiara Lobina, la stessa Martina Vinci sono alcuni dei giovani artisti che hanno fondato e stanno portando aria nuova nella scena genovese, oltre ad un modo innovativo di fare rete tra artisti che alle organizzatrici del Lilith Festival è piaciuto molto.

Confermati a guidare e presentare le serate del Lilith Festival Lisa Galantini, attrice e direttrice del Centro di Formazione Artistica di Luca Bizzarri, e lo studioso della canzone Andrea Podestà, con la partecipazione speciale di Manuela D’Auria, autrice di saggi sulla canzone d’autore. Le interviste saranno a cura della giornalista Lucia Marchiò.