‘Disarmata’ è il terzo singolo di Sherol Dos Santos: ecco la nostra intervista

Esce l’8 luglio 2020 il terzo singolo di Sherol Dos Santos, 'Disarmata': un inno alle donne tra inediti echi di Mozart e sound elettronici
-
loading

Con echi di Mozart che incontrano suoni elettronici e rock, nell’estate 2020 Sherol Dos Santos torna a stupire con Disarmata, il nuovo singolo in uscita l’8 luglio per Instant Crush Records.

Dopo il primo inedito più intimo e riflessivo, Pleiadi, Sherol propone ora un pezzo dal potente impatto musicale e non solo, con un argomento forte e provocatorio che valorizza la sua carica vocale ed espressiva. Un brano che parla di donne e alle donne: un inno alla libertà contro ogni tipo di giudizio, pregiudizio e violenza.

‘Disarmata’: un inno alla resistenza pacifica

“Libera da ogni mio giudizio e da quelli come te”: il nuovo singolo, firmato dal producer Marco del Bene aka Korben, tocca corde alle quali Sherol ancora non aveva abituato i suoi fan, ma che dimostrano pienamente le sue incredibili capacità performative e interpretative, regalando un’immagine di se stessa intensa e matura.

Ad aprire il brano, una citazione di Mozart, la celebre aria della Regina della Notte, una delle prime esibizioni di Sherol all’Accademia di Santa Cecilia. Ai nostri microfoni Sherol racconta:

Lui (Marco Del Bene ndr) mi ha detto “guarda che ci sono dei vocalizzi interessanti in quella canzone… sei ancora in grado di farli?” ed io “sì!” (…) scherzandoci su alla fine abbiamo deciso di inserirla all’interno della canzone

La celebre aria è arrangiata in una inedita chiave elettronica, a tratti industrial. Il brano, secondo Sherol, è “difficile da definire” ma anche in questo sta il suo fascino. Nel corso dell’intervista parliamo anche del significato di questa canzone: Disarmata è la storia di una donna che si riappropria del suo respiro, della sua vita, libera da ogni giudizio imposto dall’esterno, ma anche da se stessa.

“Disarmata non ha un significato arrendevole, ma può essere interpretato più che altro come una sorta di lotta pacifica quando diventa inutile continuare a lottare e litigare. A soffrire.”

LEGGI ANCHE >>> Il nuovo singolo di Pelle ‘Riso in bianco’: trap d’autore che spicca il volo

Non solo singoli: un album in arrivo

Sherol ci da una grande notizia a fine intervista:

Durante la quarantena mi sono concentrata sullo scrivere canzoni, sull’imparare cose nuove – io non scrivevo prima (…) e poi c’è in programma un disco, un EP. Perciò ora che siamo ripartiti andremo avanti e cerchiamo di farlo uscire presto.

Recentemente uscita con i singoli Pleiadi e Self Control per Instant Crush Records, Sherol Dos Santos, classe 1997, debutta nel mondo della musica all’età di 8 anni, nel coro delle voci bianche di Santa Cecilia, eccellenza nella scena nazionale. Il suo timbro, il suo carisma, la raffinatezza che sposa la grinta di una cantante già evidentemente fuori dal comune e in grado di spaziare tra i generi, la portano a intraprendere la carriera di solista, conquistando giuria e pubblico a XF12 sotto la guida di Manuel Agnelli.

Da alcuni paragonata a Beyoncé e Aretha Franklin, Sherol propone un timbro e un approccio musicale non solo pop, forte di venature jazz e a tratti ruvide, creando un mix di sfumature dal forte impatto e dall’assoluta originalità.