L’unico personaggio vero di Harry Potter

Foto
JK Rowling ha creato dal nulla un universo fantastico, facendo sognare migliaia di ragazzini e non solo: ma non per questo ha perso di vista il […]
-
loading

JK Rowling ha creato dal nulla un universo fantastico, facendo sognare migliaia di ragazzini e non solo: ma non per questo ha perso di vista il mondo reale. La morte e il dolore sono presenti nei suoi libri e l'autrice, mamma single che faticava a tirare avanti, ha sempre avuto a cuore le vicende dei suoi milioni di fan.

E' dal blog di Arianna Cavallo su IlPost.it che veniamo a conoscenza di una storia toccante, che vede protagonista proprio la Rowling e il suo meraviglioso mondo: nel 1999, mentre era impegnata a scrivere "Harry Potter e il calice di fuoco", venne a conoscenza della storia di Natalie McDonald, una bambina di 9 anni malata di leucemia e grande fan di Harry, che trovava nelle avventure del maghetto l'unico momento di serenità nell'inferno della sua malattia.

 

La scrittrice prese a cuore il fatto e scrisse a Natalie una lunga lettera, nella quale le anticipava la trama del suo ultimo libro svelandole anche fatti inediti: purtroppo quando la lettera arrivò a destinazione, Natalie era già morta.

Allora Jk Rowling fece qualcosa che non aveva mai fatto: fece entrare Natalie ad Hogwarts.

La citazione è l'unico caso, in 7 libri, in cui un personaggio realmente esistito è stato introdotto nel mondo rigorosamente magico e fantastico di Harry Potter.

E Natalie, ovviamente, è una Grifondoro. (LEGGI QUI LA CITAZIONE)

 

Guarda la photogallery
L’unico personaggio vero di Harry Potter
L’unico personaggio vero di Harry Potter
L’unico personaggio vero di Harry Potter
L’unico personaggio vero di Harry Potter
+4