L’uomo senza gravità, la favola di Marco Bonfanti: diversità, integrazione e leggerezza. Intervista

La pre apertura della Festa del Cinema di Roma è stata affidata ad un'opera originale: 'L'uomo senza gravità', la favola di Marco Bonfanti.
-
loading

L’Uomo senza Gravità di Marco Bonfanti è stato il film di pre – apertura della Festa del Cinema di Roma e sarà disponibile su Netflix a partire dal 1 Novembre. Prima però il film arriverà in sala per un evento speciale il 21, 22 e 23 ottobre, distribuito da Fandango.

L’uomo senza gravità, la favola di Marco Bonfanti: diversità, integrazione e leggerezza. Intervista

‘L’uomo senza gravità’ è una fiaba dicevamo e la scelta di questo linguaggio non è stata ovviamente casuale, come ha raccontato il regista Marco Bonfanti.

“Le fiabe vanno al dunque, vanno dritte al cuore della questione. – Spiega Bonfanti nella nostra intervista – Quello a cui tenevamo, era che la forza della fiaba ci venisse incontro con la sua forza e la sua semplicità nel portare il messaggio in maniera immediata”.

Un messaggio semplice e forte allo stesso tempo: recuperare la leggerezza.

“Oscar nasce con un dono. Un dono fisico ma anche interiore, ma non è un supereroe. Lui è un uomo leggero. In questo film la leggerezza è vista come una possibilità di reagire ad una realtà che proprio in questo momento e in questi giorni fatica ad accettare la diversità”.

Ad [vip id=”13108″]Elio Germano[/vip] il compito di raccontare ed interpretare questa leggerezza. E lui infatti che da il volto a Oscar da grande. Al suo fianco troviamo [vip id=”23746″]Michela Cescon[/vip] nel ruolo di sua madre, [vip id=”14813″]Elena Cotta[/vip] in quello della nonna, e [vip id=”23723″]Silvia D’Amico[/vip] in quello dell’amore di Oscar.

Vi lasciamo alle nostre interviste con il cast de ‘L’uomo senza gravità’, di Marco Bonfanti che arriverà al cinema prima (21, 22, 23 ottobre) e su Netflix poi.

Crediti foto@Studio Punto e Virgola.