Tim Burton ‘Mi identifico con ogni mio personaggio’

Decimo giorno della Festa del Cinema di Roma: Tim Burton spazza via l'amarezza del carpet fatto da Johnny Depp
-
loading

Il penultimo giorno della Festa della Cinema di Roma 2021 è tutto nel nome di Tim Burton. Il regista di film iconici come ‘Beetlejuice’, ‘Edward mani di forbice‘ e ‘La sposa cadavere‘ è stato il protagonista dell’ultimo Incontro Ravvicinato di questa edizione durante il quale ha ricevuto il Premio alla Carriera. Sul red carpet Burton si è concesso a fotografi e giornalisti con grande disponibilità e gentilezza, cancellando così l’amarezza del carpet fatto da Johnny Depp.

Leggi anche:– Le interviste alla Festa del Cinema di Roma

Dopo Dumbo ha avuto un periodo di grande sconforto, ma il regista sorride e risponde che nella vita di tutti ci sono sempre alti e bassi.

“Ci sono sempre degli alti e bassi nella vita. Ma sono fortunato perché ho fatto e faccio quello che mi piace. Ogni volta che ho fatto un film non ho mai pensato ok questo film sarà un successo, sarà popolare e così via. Ogni mio film nasce dal cuore e dalla passione”.

Tim Burton

Dei tanti personaggi che lui ha regalato al pubblico grazie ai suoi film, ce n’è uno dal quale ha imparato qualcosa che porta sempre con se?

“Beh penso di identificarmi con ogni mio personaggio, come Ed Wood ad esempio. Non so se ho imparato qualcosa da loro, ma certamente sento qualcosa. Ogni volta che hai una connessione, non impari una vera e propria lezione, ma ti permette di imparare qualcosa in più su di te e provo a farlo con ogni personaggio.”

Tim Burton


Foto: Fondazione cinema per Roma