RomaFF16, day 4: occhi puntati su Johnny Depp

Quarta giornata della Festa del Cinema di Roma 2021, nel nome di Johnny Depp. L'attore protagonista di due eventi di Alice Nella Città
- - Ultimo aggiornamento
RomaFF16, day 4: occhi puntati su Johnny Depp

La quarta giornata della Festa del Cinema di Roma è nel nome di Johnny Depp. L’attore sarà impegnato in un doppio appuntamento ad Alice nella Città; presenterà il film di animazione Puffins, dove presta la voce al protagonista una pulcinella di mare e terrà una masterclass in cui si racconterà.

Puffins: Johnny Depp è la voce del protagonista @Notorious Pictures.

Luca Guadagnino sarà invece il protagonista di uno dei due Incontri Ravvicinati di oggi. L’altro vedrà protagonista la scrittrice londinese Zadie Smith, una delle voci più potenti e acute della sua generazione, che ripercorrerà con il pubblico della Festa la sua carriera ormai ventennale, mentre i film presentati oggi al RomaFF16 saranno l’anteprima di Promises di Amanda Sthers, One Second di Zhang Yimou, Mothering Sunday di Eva Husson, Becoming Cousteau di Liz Garbus.

LEGGI ANCHE:– Jessica Chastain da Oscar in The Eyes Of Tammy Faye. Intervista

Promises di Amanda Sthers

Tratto dall’omonimo bestseller della stessa Sthers, vede protagonista Alexander (Pierfrancesco Favino), un uomo con un’infanzia difficile alle spalle, finalmente felice con sua moglie e la loro bambina. Quando incontra Laura, una gallerista d’arte in procinto di sposarsi, capiscono al primo sguardo che non avranno scampo. Ma la vita sembra avere altri piani per loro: tra scelte che non riusciranno a compiere e un destino ripetutamente beffardo, attraverseranno tutta la loro esistenza tormentati da un sentimento che li divora.

One Second di Zhang Yimou

Il tre volte candidato agli Oscar® nella categoria miglior film straniero, nel suo nuovo film racconta la storia del detenuto Zhang Jiusheng che fugge da un campo di lavoro forzato e intraprende un lungo ed estenuante viaggio per poter assistere in un villaggio alla proiezione di un cinegiornale di propaganda governativa in cui, per un solo secondo, si può vedere la sua amata figlia da tempo perduta, immortalata come studentessa e lavoratrice modello. Prima della proiezione, che dovrà essere effettuata da Fan (noto come il miglior proiezionista in circolazione), la pellicola del cinegiornale viene rubata, e presto Zhang Jiusheng incontra chi se n’è appropriato: una giovane orfana vagabonda, Liu Guinü, anche lei ossessionata dalla propria terribile perdita.

Mothering Sunday di Eva Husson

“Non mi sono mai sentita così a mio agio con la sceneggiatura di qualcun altro, e d’improvviso quella sceneggiatura, scritta da Alice Birch, pareva sussurrare alle mie orecchie – ha spiegato la regista – Era il culmine di tutto ciò che mi ossessiona nella vita: scrittura, sesso e cinema puro. L’occasione di portare sul grande schermo la storia di una scrittrice alla Doris Lessing. Esplorare la fragilità e il potere del sesso, l’amore e l’impatto che ha su un’artista. Farlo grazie a un triumvirato femminile formato dalla scrittura impeccabile di Alice Birch, dal carisma naturale di Elizabeth Karlsen e da me: è stato a dir poco un raro privilegio”.

Becoming Cousteau di Liz Garbus

Documentario su Jacques-Yves Cousteau: la vita, i film e tutto ciò che lo ha reso la più nota icona ecologista del ’900. Regista, esploratore, ambientalista, inventore: per più di quarant’anni le sue spedizioni in fondo agli oceani sono state emblemi dell’amore per la natura e per la scienza. Ha lanciato, già più di mezzo secolo fa, allarmi profetici sul surriscaldamento climatico e sulla fragilità del nostro pianeta. Ha vinto la Palma d’oro al Festival di Cannes e il premio Oscar® per il miglior documentario con Il mondo del silenzio, diretto insieme a Louis Malle. 

Crediti foto@Kikapress

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!