Curiosità su La bella e la bestia, il fantasy con Vincent Cassel e Léa Seydoux

Foto
Chi non conosce le vicende de La bella e la bestia?  IL RECORD DELLA DISNEY: NESSUNO SE LO ASPETTAVA La bella e la bestia è […]
-
loading

Chi non conosce le vicende de La bella e la bestia? 

IL RECORD DELLA DISNEY: NESSUNO SE LO ASPETTAVA

La bella e la bestia è una fiaba europea stra-conosciuta, un cartone animato da Oscar nel 1991, versioni teatrali e televisive a non finire, ma soprattutto adattamenti cinematografici che portano la firma in primis di Jean Cocteau nel 1946 e in ultimo di Christophe Gans nel 2014, in attesa di vedere il remake in live – action del classico Disney con Emma Watson e Dan Stevens diretti da Bill Condon previsto per il 2017.

Il film del 2014 vede come protagonisti il selvaggio Vincent Cassel e la soave Léa Seydoux, reduce dalla pellicola ‘La vita di Adele’ che ha suscitato non poche critiche per via del tema trattato. Tante sono le curiosità su La bella e la bestia che probabilmente molti ancora non conoscono e noi ve ne proponiamo alcune.

 

La pellicola, di produzione franco-tedesca, è stata girata e montata quasi in contemporanea: le riprese, ambientate a Postdam, sono durate 57 giorni e si sono svolte vicino Berlino, in studi attrezzatissimi con green screen per una ricostruzione digitale della scenografia in post-produzione.

Vincent Cassel, come è successo anche per Brad Pitt ne ‘Lo strano caso di Benjamin Button’, ha dovuto recitare la sua parte due volte: in una dava le battute alla collega Léa Seydoux e nella seconda, ad un mese dalla fine delle riprese, si è sottoposto ad una specie di post-sincronizzazione facciale recitando di fronte a moltissime telecamere senza muoversi. La maschera della terribile bestia è stata così scansionata e poi applicata alle immagini di Cassel che in scena, davanti alla sua bella, recitava solo con il costume e un casco da hockey con alcuni segni sopra e una criniera.

 

Christophe Gans ha tenuto a specificare di non essersi ispirato alla versione di Cocteau basata sulla versione della fiaba di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont del 1756, ma di aver preferito la variante precedente (1740) di Madame de Villeneuve. Il regista ha voluto Vincent Cassel, con cui ha già collaborato nel 2001 nell’action-fantasy 'Il patto dei lupi' e a due settimane dall’inizio delle riprese ha fatto i conti con il dietrofront di Gerard Depardieu, scelto per interpretare il padre di Bella e sostituito in fretta e in furia con André Dussolier.

Guarda la photogallery
Curiosità su La bella e la bestia, il fantasy con Vincent Cassel e Léa Seydoux
Curiosità su La bella e la bestia, il fantasy con Vincent Cassel e Léa Seydoux
Curiosità su La bella e la bestia, il fantasy con Vincent Cassel e Léa Seydoux
Curiosità su La bella e la bestia, il fantasy con Vincent Cassel e Léa Seydoux
+3