Caravaggio, Manuel Agnelli gli dà voce nel film di Sky al cinema

Foto
Il leader degli Afterhours e giudice di X Factor: "Caravaggio artista contraddittorio, un po' come me"
- - Ultimo aggiornamento
Caravaggio, Manuel Agnelli gli dà voce nel film di Sky al cinema

Caravaggio al cinema con la voce di Manuel Agnelli. Tutto merito di Caravaggio – L’anima e il sangue, il nuovo film d’arte prodotto da Sky con Magnitudo Film che racconta Michelangelo Merisi da Caravaggio, uno degli artisti più amati, controversi e misteriosi della storia dell’arte, attraverso le sue opere e i suoi tormenti.

Nel corso della conferenza stampa tenutasi alla Casa del cinema a Roma, il leader degli Afterhours e giudice di X Factor ha spiegato di aver accettato di dare la voce a Caravaggio “perché è una cosa diversa rispetto alle solite, ma al contempo si tratta di esprimere emozioni con la voce. Mi sono divertito ed emozionato, proprio come mi aspettavo“. Quindi ha aggiunto:

Caravaggio è stato un personaggio contraddittorio. Oggi l’etica sembra costringere gli artisti a prendere una direzione e a percorrere quella direzione per tutta la vita. Invece lui voleva essere libero, a costo di attirarsi le ire di tutto l’universo. Questa è la cosa che mi interessa di più: e nel mio piccolo mi ci ritrovo un po’.

Il film sarà visibile nelle sale cinematografiche (340 le sale aderenti) solo il 19, 20 e 21 febbraio; successivamente (data non ancora comunicata) sarà trasmesso su Sky.

La pellicola, distribuita da Nexo Digital e nata dai creatori di Raffaello – il Principe delle Arti e Firenze e gli Uffizi, è una delle prime produzioni in Italia girate in 8K.

La narrazione si sviluppa su due livelli: quello della digressione artistica, con il racconto dei luoghi e delle opere dell’artista, affidata alla consulenza scientifica e agli interventi del Prof. Claudio Strinati, storico dell’arte ed esperto di Caravaggio, e con la partecipazione della Prof.ssa Mina Gregori (Presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi) e della Dott.ssa Rossella Vodret (curatrice della mostra ‘Dentro Caravaggio’ a Palazzo Reale di Milano). Ma non mancano le scene “fotografiche”, evocative e simboliche per esplorare l’uomo Caravaggio; scene che diventano metafore della condizione esistenziale dell’artista, consentendo di entrare in contatto con la sua mente, i suoi impulsi irrefrenabili, il suo vissuto interiore.

3 le settimane di riprese, che hanno coinvolto un team di produzione formato da 60 persone.

Guarda la photogallery
Manuel Agnelli in sala di registrazione
Foto dal set
Caravaggio, Cena in Emmaus
Archivio di Stato di Roma - Sala Alessandrina
+1