Nouvelle Vague: ti restano addosso come il profumo di un amante Foto

Nouvelle Vague tornano a Villa Ada e incantano il pubblico. La bossa nova dolcemente culla il laghetto e resta sulla pelle, come il profumo di un'amante

“Nouvelle Vague” è il nome della formazione fondata da Olivier Libaux e Marc Collin. È anche il titolo del loro primo disco – del 2004 – che ha praticamente accompagnato tutti i miei anni del liceo insieme al successivo, “Bande à Part”. Altri 5 album e una raccolta hanno fatto la mia gioia fino al 2016.

Per le fanciulle della mia generazione – e come me, dai gusti un po’ “difficili” in fatto di musica – ascoltare tutti i successi punk da noi più amati nella versione minimalista che solo il bossa nova può donare, ha procurato un confortevole rifugio – soprattutto in caso di cuori infranti – per molti e molti anni. Evidentemente questo deve essere un sentimento diffuso un po’ in tutto il loro pubblico; dal palco Liset Alea ci confessa – un po’ in inglese, poi in italiano, poi in francese:

Sarete contenti perchè stasera si canta d’amore. (…) Ho sentito delle voci su voi italiani… vi piace questa roba: siete un po’ “drama queen”

Sì Liset, hai maledettamente ragione. Ecco perchè, lunedì 15 Luglio a Villa Ada, ho passato tutta la serata a ballare, a cantare, a sciogliermi di commozione. Ecco perchè ancora oggi, a distanza di due giorni, cammino con un ritmo un po’ samba e non riesco a smettere di mormorare “In a manner of speaking” (sognando invano di avere un giorno la voce di Mélanie Pain).

Ironia, sentimentalismo, energia, l’incanto dei ricordi – agrodolci, sempre – accompagnati dalla presenza scenica esplosiva di Liset Alea e dall’aplomb provocante di Mélanie Pain.

Nouvelle Vague: per alcuni di noi sono stati il conforto dell’adolescenza, alle volte un vezzo che serviva a darci un’aria chic, una carezza nei momenti bui, un vero spasso con gli amici (penso a “Dancing with myself”, brano ingiustamente estromesso dalla scaletta a mio avviso). E oggi che sicuramente non sono più una quindicenne, mi porto addosso le melodie di una serata come il profumo di un vecchio amante incontrato per caso, riabbracciato in segreto.

LEGGI ANCHE >>> Massimo Volume a Villa Ada insieme a Giardini di Mirò

Scaletta del concerto a Villa Ada, 15 Luglio 2019

Fade to Grey

Bizarre Love Triangle

I Wanna Be Sedated

Ever Fallen in Love (With Someone You Shouldn’t’ve)

Too Drunk to Fuck

Sweet and Tender Hooligan

Human Fly

Dance With Me

Blister in the Sun

Enola Gay

Escape Myself

The Guns of Brixton

Friday Night, Saturday Morning

Love Will Tear Us Apart

The Killing Moon

La pluie et le beau temps

In a Manner of Speaking

Guarda la photogallery
Nouvelle Vague a Villa Ada 2019
Nouvelle Vague a Villa Ada 2019
Nouvelle Vague a Villa Ada 2019
Nouvelle Vague a Villa Ada 2019
+4

Alessandra Zoia

Nata e cresciuta a Roma, mi piace girare per eventi con videocamera alla mano. Passioni in ordine sparso: arte, danza, calcio, comics, games e videogames, cinema, teatro, serie tv, musica. Book addicted. Sono una nerd prestata alla nightlife.