Nuovo tour per Marco Mengoni che, in attesa di calcare il palco del Festival di Sanremo nei panni di co-conduttore, annuncia ‘Marco negli Stadi 2025’.

A pochi giorni dal debutto come co-conduttore a Sanremo 2024, Marco Mengoni annuncia i prossimi appuntamenti live. I fan dovranno, infatti, aspettare il 2025 per riascoltare dal vivo il cantautore che sarà impegnato in un nuovo tour negli stadi italiani. La nuova serie di concerti – “per cui ho già delle idee”, racconta l’artista – non mancherà di raccontare quindi anni di carriera ricchi di successi, premi e una forte connessione con il pubblico.

Marco Mengoni tour 2025
Locandina da Ufficio Stampa

E alla vigilia del debutto da co-conduttore al fianco di Amadeus, per Marco Mengoni arriva un nuovo importante annuncio: raddoppia la data di Milano con un secondo appuntamento. Ecco le date in calendario (prodotte e organizzate da Live Nation) di Marco negli Stadi 2025:

  • 26 giugno  2025 – Napoli, Diego Armando Maradona
  • 2 luglio 2025 – Roma, Stadio Olimpico
  • 5 luglio 2025 – Bologna, Stadio dall’Ara
  • 9 luglio 2025 – Torino, Stadio Olimpico
  • 13 luglio 2025 – Milano, Stadio San Siro
  • 14 luglio – Milano, Stadio San Siro NUOVA DATA
  • 17 luglio 2025 – Padova ,Stadio Euganeo
  • 20 luglio 2025 – Bari, Stadio San Nicola
  • 24 luglio 2025 – Messina, Stadio San Filippo

LEGGI ANCHE: — ‘Materia, le parole’, il progetto di Marco Mengoni diventa un libro: i proventi per borse di studio

I biglietti di Marco negli Stadi 2025

I biglietti per il tour 2025 di Marco Mengoni sono acquistabili secondo le seguenti modalità:

  • accesso prioritario per i titolari di carta Mastercard a partire dalle ore 10:00 di martedì 30 gennaio fino alle ore 10:00 di giovedì 1 febbraio (info su www.priceless.com/music);
  • utenti iscritti a My Live Nation su www.livenation.it dalle ore 11:00 di giovedì 1 febbraio;
  • vendita generale dalle ore 11:00 di venerdì 2 febbraio su www.ticketone.it, www.ticketmaster.it, www.ticketmaster.it;
  • per la seconda data di Milano dalle ore 12:00 di martedì 6 febbraio.

Foto di Andrea Bianchera da Ufficio Stampa