Emma è ‘Sbagliata Ascendente Leone’: «Chi è Emma quando le luci si spengono?»

Arriva il 29 novembre su Prime Video 'Sbagliata Ascendente Leone', il docufilm dedicato a Emma. La nostra intervista.
-
loading

Arriva il 29 novembre, su Prime Video, Sbagliata Ascendente Leone, il docufilm dedicato ad Emma. Diretto dal duo registico BENDO (Lorenzo Silvestri e Andrea Santaterra) e girato nell’arco di due anni, il doc nasce da un’idea di Emma Marrone che racconta sé stessa in prima persona.

«In questo documentario – ci racconta Emma – dico tante cose private mie che nessuno sapeva. A parte questo, mi mostro veramente in tante circostanze. C’è tanto back. Le persone sono sempre abituate a vedermi su un palco o in televisione. Invece, con questo doc, ho potuto mostrare loro tutto quello che succede prima dello show. E, soprattutto, cosa succede dopo, quando le luci si spengono».

Un resoconto sincero della donna, del suo coraggio e delle sue fragilità, che sono anche la sua più grande forza. Un ritratto inedito dell’artista, del suo talento e della sua forte determinazione. Dentro e fuori dal palco. Colonna sonora del progetto è l’omonimo brano Sbagliata Ascendente Leone, scritto dalla stessa Emma insieme ad Alessandro La Cava e Francesco Katoo Catitti (produttore del brano).

LEGGI ANCHE: Filippo Valsecchi al TFF con il corto ‘Km9’: «La mia risposta alla paura dell’imprevisto»

«Il brano nasce durante le riprese del documentario. Avevo voglia di scrivere la colonna sonora e una canzone che rappresentasse in musica quello che racconto. Ringrazio La Cava e Katoo che mi hanno aiutato a tirare fuori le parole giuste».

Sbagliata Ascendente Leone nasce in fondo dalla consapevolezza di sentirsi «sbagliate, ma felici».

LEGGI ANCHE: Emma Marrone protagonista de Il Ritorno: «Per Teresa ho raso al suolo la mia vita»

«Ci vuole tanta pazienza per raggiungere uno stato di consapevolezza. – commenta Emma – E quando lo raggiungi, ottieni anche una pace interiore che ti aiuta ad affrontare le cose con più calma e razionalità. La consapevolezza si ottiene crescendo e lasciandosi anche a volte oltrepassare dalla vita stessa. L’importante è restare a braccia aperte davanti a ciò che ci succede, perché solo così riusciamo ad avere anche cose belle. Non dobbiamo mai chiuderci di fronte alla vita».

Foto: Nicole Verzaro

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!