Intervista a Francesco Bruni, il Bif&st ‘Una cura psicologica per noi registi’

Foto
Sono passati 3 anni dal suo primo film come regista. Francesco Bruni dopo Scialla presenta al Bif&st Noi4. Leggi Ksenia Rappoport.. dalla Russia tanto cinema […]
-
loading

Sono passati 3 anni dal suo primo film come regista. Francesco Bruni dopo Scialla presenta al Bif&st Noi4.

Leggi Ksenia Rappoport.. dalla Russia tanto cinema italiano

Il film racconta la storia di una famiglia contemporanea e tutto si svolge nell'arco di una giornata. L'idea di questo film, come ci racconta il regista Francesco Bruni, nasce dalla voglia di "aggiornare l'immagine della famiglia italiana". Secondo Bruni infatti, si tende a dare (specie in televisione e nelle pubblicità) un'immagine troppo semplicistica ed edulcorata oppure tragica.

"La famiglia del 2015 è luogo di grandi tensioni, di limitazioni alla libertà personale – continua il regista – e nello stesso tempo è un luogo di amore, dove ricaricare le pile."

 

Nel cast troviamo Ksenia Rappoport che Bruni ama dai tempi de La sconosciuta e che avrebbe voluto anche in Scialla; Fabrizio Gifuni con cui ha lavorato anche ne Il capitale umono e i due giovani: Lucrezia Guidone bravissima attrice proveniente dal teatro e che ha lavorato con Luca Ronconi e Francesco Bracci. "L'idea era quella di mettere insieme una famiglia credibile e vera. Ho pensato subito di inserire un attore o un'attrice di altra nazionalità." Da qui la scelta della Rappoport e dall'altra parte di Gifuni. 

E i due ragazzi come li ha scelti? Lucrezia Guidone lo ha folgorato con la sua forza e la sua personalità a teatro nei Sei personaggi di Pirandello per la regia di Ronconi. Mentre Francesco Bracci è stata secondo lui, la vera rivelazione del film.

Non possiamo lasciarlo andare senza chiedergli un parere sul Bif&st e un suo ricordo di Francesco Rosi. "Questo Festival è una cura psicologica per noi registi. Venire qua, vedere le sale piene e un'attenzione e un interesse per il cinema di qualità è un tale piacere che se ne esce rigenerati!". Di Rosi porta con se il ricordo della sua ultima apparizione pubblica: "La scorsa estate lo vidi scendere in piazza al fianco dei giovani ragazzi del Cinema America in piazza San Cosimato a Roma. Un ricordo bellisimo di un uomo che a più di novant'anni, decide di sostenere dei ragazzi di vent'anni." Un ricordo che ancora oggi lo commuove.

Guarda la photogallery
Intervista a Francesco Bruni, il Bif&st ‘Una cura psicologica per noi registi’ – 2
Intervista a Francesco Bruni, il Bif&st ‘Una cura psicologica per noi registi’ – 2
Intervista a Francesco Bruni, il Bif&st ‘Una cura psicologica per noi registi’ – 2
Intervista a Francesco Bruni, il Bif&st ‘Una cura psicologica per noi registi’ – 2