Bif&st 2015, Alba Rohrwacher: ‘Vorrei fare un film fantasy’

Foto
È sicuramente stata la giornata di Alba Rohrwacher al Bari Film Festival. L'attrice ha infatti presenziato ben tre conferenze – Hungry Hearts, Vergine giurata di […]
-
loading

È sicuramente stata la giornata di Alba Rohrwacher al Bari Film Festival. L'attrice ha infatti presenziato ben tre conferenze – Hungry Hearts, Vergine giurata di Laura Bispuri e Le meraviglie – confrontandosi con la numerosissima folla accorsa ad ascoltarla nella cittadina pugliese.

INTERVISTA AD ALBA ROHRWACHER

Il primo impegno di Alba è stata proprio la breve conferenza di presentazione di Hungry Hearts. L'attrice, insieme al regista Saverio Costanzo, ha parlato a lungo del personaggio di Mina e di quanto questo film sollevi numerosi interrogativi.

 

Questo film ha suscitato un'ottima reazione nel pubblico, che però ha avuto opinioni diverse sul personaggio di Mina. Qual è la vostra opinione?
Alba: Chiaramente per me il film non giudica, ma accompagna Mina fino alla fine cercando di capire anche i suoi errori. Io sto dalla parte di Mina, ma è sbagliato chiederlo a me.
Saverio: Questo Festival è molto seguito. Si dice che la Puglia sia la Lombardia del sud, no? (ride, ndr). Il mio punto di vista sul film è molto chiaro. Ksenia Rappoport ieri mi ha detto di aver capito la pellicola, molti la pensano diversamente. Il film mette l'accento sull'emozione di una madre accecata dall'amore per il figlio. Per me il film è sempre dalla sua parte. Non è un film contro qualcuno, racconta una storia e basta.

Qual è la differenza tra il ruolo di madre e di seduttrice?
Saverio: In questa storia madre e donna sono la stessa cosa. È un film molto femminile per me, per cui non c'è molta differenza.
Alba: Io credo che questa donna non venga mai giudicata, quindi forse uno sguardo maschile, ma sensibile mi ha reso consapevole di aspetti che invece uno sguardo femminile avrebbe assecondato.

Alba, secondo te cosa trovano i registi in un'attrice come te?
Alba: Alcuni registi sono capaci di farti vedere una parte di te che non conoscevi e ti fanno lavorare su cose meno ovvie e scontate.
Saverio: Per me Alba è più un'autrice che un'attrice. Io fatico a dire cose belle ad Alba davanti a tutta questa gente. Posso dire che, per quanto la riguarda, attrice è un diminutivo.

Saverio, hai voglia di fare una commedia? Magari un film campione d'incassi?
Saverio: Campione di incassi no. Avrei voglia di fare una cosa più leggera. Io non ho il controllo di ciò che faccio, se questa incoscienza arriverà ad essere un film più leggero me lo auguro, perché vorrà dire che sono coerente. Non mi piace avere il controllo, per cui non posso fare previsioni.

E a te Alba, piacerebbe fare qualcosa che ancora non ti hanno offerto?
Alba: Mi piacerebbe fare un film fantasy. Tipo quei film coi personaggi che volano o che sono metà animali e metà uomini. Qualcosa tipo Gravity.
Saverio: Piacerebbe a tutti fare Gravity (ride, ndr).
 

Guarda la photogallery
Bif&st 2015, Alba Rohrwacher: ‘Vorrei fare un film fantasy’ – 2
Bif&st 2015, Alba Rohrwacher: ‘Vorrei fare un film fantasy’ – 2
Bif&st 2015, Alba Rohrwacher: ‘Vorrei fare un film fantasy’ – 2
Bif&st 2015, Alba Rohrwacher: ‘Vorrei fare un film fantasy’ – 2
+2