Batman V Superman: Dawn of Justice, tutti i segreti del film

Foto
Batman V Superman: Idea vecchia fa buon brodo…. L’Uomo d’Acciaio, anche se non ha convinto a pieno il mondo della critica, ha avuto il merito […]
- - Ultimo aggiornamento
loading

Batman V Superman: Idea vecchia fa buon brodo….

L’Uomo d’Acciaio, anche se non ha convinto a pieno il mondo della critica, ha avuto il merito di rilanciare, dopo il flop del Superman di Bryan Singer, il mito del supereroe kryptoniano nella maniera voluta dallo Studio e la risposta del pubblico è stata più che positiva (668 milioni di dollari incassati in tutto il mondo). Pochi mesi dopo l'uscita del film, all'attesa manifestazione del San Diego Comic-Con 2013, il regista Zack Snyder ha fatto uno di quegli annunci-bomba che mandano letteralmente in estasi i fan: Batman e Superman per la prima volta insieme in un film. L'idea di far incrociare sul grande schermo i personaggi più iconici dell'universo DC Comics non è però nuova: già tra il 2002 e il 2004 la WB andò vicina alla realizzazione di un Batman vs. Superman per la regia del tedesco Wolfgang Petersen. La storia, scritta dallo sceneggiatore di Seven Andrew Kevin Walker e da Akiva Goldsman, avrebbe visto l'eroe di Gotham scontrarsi duramente con quello di Metropolis prima di stringere un'alleanza per sconfiggere i nemici di sempre Joker e Lex Luthor. Il film, che avrebbe dovuto segnare il riavvio di entrambi i franchise dopo i pessimi Superman IV e Batman & Robin, fu poi annullato dalla Warner che preferì, con Batman Begins e Superman Returns, far ripartire separatamente le due serie. E di Batman vs. Superman ci resta solo un poster apparso, come ester-egg, in Io sono Leggenda del 2007.

DC Extended Universe

La Warner Bros., proprietaria anche della DC Entertainment, ha da tempo tra le mani un incredibile potenziale inespresso rappresentato dai personaggi dell'universo DC Comics (anche se ogni volta che lo studio ha tentato di andare al di là dei “soliti” Batman e Superman sono arrivate sonore batoste al botteghino come con Lanterna Verde e Jonah Hex). La WB sembra aver finalmente imparato dai propri errori e, forte di un preciso piano di sviluppo, è pronta a trasformare i suoi più importanti brand fumettistici in duraturi (si spera) franchise cinematografici. L'Uomo d'Acciaio del 2013 ha gettato le basi del DC Extended Universe, mentre Batman V Superman: Dawn of Justice getterà quelle per i due film sulla JLA-Justice League of America (dopo il tentativo andato a vuoto fatto da George Miller nel 2007) e per diversi film stand-alone dedicati a Wonder Woman (Gal Gadot), Aquaman (Jason Momoa) e Cyborg (Ray Fisher). E senza dimenticare che fino al 2020 ci sarà spazio anche per Suicide Squad (con Will Smith, Margot Robbie e Jared Leto come Joker), Flash (Ezra Miller), Shazam (con Dwayne Johnson protagonista nei panni del potente Black Adam) e Green Lantern Corps. La sfida ai Marvel Studios è appena cominciata.

BATMAN V SUPERMAN, UNA COMPARSA RIVELA TRE SPOILER

Il nuovo Batman: Ben Affleck

Eredità pesantissima quella lasciata da Christian Bale (il Cavaliere Oscuro della straordinaria trilogia nolaniana) e che Ben Affleck (preferito a Josh Brolin e Wes Bentley) raccoglie dopo essere stato a lungo corteggiato dalla Warner (in passato gli era anche stata offerta la regia de L'Uomo d'Acciaio). Affleck è stato per diverso tempo recalcitrante all'idea di indossare il costume dell'Uomo Pipistrello sia per la riluttanza iniziale di molti fan del supereroe (che hanno organizzato persino due raccolte firme allo scopo di convincere la WB a ripensare alla scelta fatta), ma soprattutto a causa della terribile esperienza vissuta come interprete del supereroe Marvel Daredevil nell'omonimo film del 2003. Ma oggi, a 43 anni, Ben è un attore e regista che gode di grande stima e credibilità artistica (nel 2013 il suo Argo ha vinto ben 3 Oscar) e sente di avere le spalle abbastanza larghe per reggere il peso di un personaggio così iconico come quello creato da Bob Kane e Bill Finger. Ma che Cavaliere Oscuro sarà il suo? Innanzitutto, Affleck sarà l'attore più “anziano” ad indossare il costume del Crociato di Gotham (ma anche il più alto e possente grazie ai suoi 192 cm. di altezza e ai quasi 100 chili di peso) e il suo Bruce Wayne/Batman sarà un uomo di mezza età (sui 45-46 anni) che, stanco e logorato da almeno un decennio di lotta al crimine, ha abbandonato villa Wayne per vivere un'esistenza tranquilla e solitaria in una casa sul lago. Ma antichi fantasmi lo tormentano e l'arrivo di un supereroe tanto forte quanto “pericoloso” come Superman lo porterà ad indossare ancora una volta il costume del vigilante di Gotham. Dopo i primi trailer, l'attenzione dei media, del pubblico (tra cui i fan che inizialmente lo contestavano a gran voce) e degli stessi vertici della Warner è già tutta per Affleck/Batman (pare che lo studio abbia chiesto a Snyder di ampliare la sua parte e ridurre le scene dedicate a Cavill/Superman) e presto si dedicherà anche a co-scrivere, dirigere e interpretare un film stand-alone su Batman.

Batman e Superman: alleanze e “scontri” epocali

Nella loro lunghissima storia editoriale le strade di Batman e Superman si sono più volte incrociate. Spesso buoni alleati (come in molti degli albi a fumetto della Justice League of America o come nella serie Superman/Batman), ma talvolta anche acerrimi nemici in grado di dar vita a veri e propri scontri epocali. Il pensiero va alla miniserie Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller del 1986, ma altri memorabili scontri sono andati in scena anche sulle pagine di Batman: Hush #612 del 2002 e nel recente Batman:Endgame del 2014. La forza è tutta dalla parte di Superman, ma la tenacia e l'abilità tattica sono dalla parte di Batman. Il Cavaliere Oscuro può contare, inoltre, su un alleato molto prezioso: la kryptonite. Il minerale verde di Krypton può essere letale per la fisiologia del supereroe dal costume rosso e blu.

Finalmente Wonder Woman

Dopo anni di attesa e di progetti abortiti (nel 2005 Joss Whedon stava lavorando ad un film poi annullato dallo studio, mentre Megan Gale era stata scelta da George Miller per interpretare l'eroina amazzone nel mai fatto Justice League:Mortal) vedremo finalmente anche la supereroina Diana Prince, alias Wonder Woman, al cinema. L'israeliana Gal Gadot affiancherà Ben Affleck dopo aver superato diversi provini e diverse concorrenti (Jaimie Alexander, Olga Kurylenko e Elodie Young su tutte). Il suo personaggio sarà fondamentale per introdurre i film sulla JLA, ma per saperne di più sul passato di questa icona dell'universo immaginario della DC Comics dovremo attendere il 23 giugno 2017, quando uscirà il primo film “in solitaria” su WW diretto da Patti Jenkins (subentrata a Michelle MacLaren e già vicina in passato a dirigere il cinecomic Thor-The Dark World per la Marvel).

Lex Luthor 2.0

In Batman V Superman: Dawn of Justice farà il suo ingresso in scena anche Alexander “Lex” Joseph Luthor jr., la nemesi per eccellenza di Superman. Al termine di una lunghissima fase casting (che ha visto circolare anche i nomi di Bryan Cranston, Mark Strong e Joaquin Phoenix) la scelta è caduta su Jesse Eisenberg per dare al pubblico una versione più moderna (lontana sia dal Luthor gigione di Gene Hackman che dal Luthor schizoide di Kevin Spacey) di questo personaggio storico e iconico. Il nuovo Lex è un giovane genio del male, un rampante imprenditore brillante e senza scrupoli che ha trasformato la compagnia del padre (la LexCorp) da colosso petrolchimico a industria high-tech di nuova generazione.

Il fantasma di Zod e Doomsday

Una vecchia conoscenza di Superman farà la sua comparsa anche in questo film: si tratta del Generale Zod che ne L'Uomo d'Acciaio aveva le fattezze dell'inquietante Michael Shannon. L'attore ha, infatti, preso parte a delle sessioni di doppiaggio per la versione “fantasma” di Zod che, a quanto pare, continuerà a turbare i pensieri dell'ultimo figlio di Krypton. Sul cadavere di Zod, inoltre, verranno condotti degli esperimenti nei laboratori della LexCorp che porteranno alla creazione del mostruoso Doomsday (uno dei villain più potenti dell'intero Universo DC in grado di uccidere Superman ne La Morte di Superman del 1993). Per le movenze fisiche di Doomsday, fondamentale il contributo dato da Robin Atkins Downes che ha vestito sul set la tuta del motion capture.

Arriva Aquaman, il Signore dei Mari

Il supereroe forse più bistrattato del mondo dei fumetti sarà uno dei personaggi-cardine del nuovo Universo Cinematografico DC. A partire da BVS vedremo l'uomo di Atlantide impegnato sia come membro della Justice League che come protagonista di un film tutto suo che James Wan dirigerà per l'estate del 2018. Il tempo delle battute e delle barzellette sul suo conto, assicura il suo interprete Jason Momoa, è finito, l'Aquaman che vedremo sul grande schermo sarà un personaggio tosto e cupo che metterà soggezione persino a uno come Superman.

Jeremy Irons è un Alfred coriaceo

Jeremy Irons è uno dei volti nuovi che vedremo in BVS. Zack Snyder ha scelto lui per impersonare un Alfred Pennyworth totalmente diverso rispetto alle precedenti versioni interpretate da Michael Gough (da Batman a Batman & Robin) e Michael Caine (The Dark Knight Trilogy). Irons non è l'elegante maggiordomo della famiglia Wayne che noi tutti conosciamo, ma un personaggio combattivo e spigoloso, molto simile all'Alfred Pennyworth di Batman-Terra Uno, l'albo a fumetti del 2012 di Geoff Johns e Gary Frank (i due, nel volume in questione, hanno trasformato Alfred in un ex soldato, abile nel combattimento e vero mentore di Bruce Wayne).

La Batmobile e i costumi della “Trinità DC”

Lo stesso team (composto dal production designer della General Motors Nathan Crowley e dagli ingegneri Chris Culvert e Andy Smith) che ha ideato e realizzato la Tumbler per la trilogia de Il Cavaliere Oscuro si è occupato anche della nuova versione della Batmobile. Il nuovo bolide di Batman ha molto in comune con la Batmobile del videogioco Batman: Arkham Knight. È veloce, potente ed è dotata di armi pesanti per l'attacco e contromisure all'avanguardia per la difesa.

Per il costume di Batman, invece, Zack Snyder voleva qualcosa di più fumettistico rispetto alle precedenti versioni e per realizzare i sogni del regista il costumista Michael Wilkinson ha passato in rassegna ben 75 anni di raffigurazioni di Batman tra fumetti, graphic novel, cinema, tv e videogiochi. Grande influenza su Wilkinson hanno, però, avuto le illustrazioni Milleriane (Il Ritorno del Cavaliere Oscuro), la saga videoludica Batman: Arkham e i disegni di Lee Bermejo per la graphic novel Batman: Noël. Il costume corazzato, che il vigilante mascherato indossa per affrontare Superman, è stato realizzato con l'ausilio della CGI e Ben Affleck ha vestito sul set la tuta del motion capture.

Wilkinson ha anche apportato leggere modifiche al costume di Superman (è stato snellito e sono stati introdotti alcuni dettagli come delle scritte nel linguaggio di Krypton) e realizzato i costumi di alcune new entry come Wonder Woman e Aquaman. WW ha l'aspetto di una guerriera forte ed elegante e al posto dei famosi hot pants di Lynda Carter (la protagonista della serie-tv degli anni '70), indossa una sorta di gonnellino in pelle. Aquaman, invece, sembrerà un vero Signore dei Mari.

Zack Snyder: un “Robin” in famiglia?

Un frame del full trailer di BVS (quello in cui s'intravede un costume in una teca imbrattato da una bomboletta spray con la scritta “ahahah a joke's on you Batman”) sembra rivelarci che in qualche modo Robin, la storica spalla di Batman, ci sarà. Secondo indiscrezioni, infatti, attraverso un flashback ci verrà mostrata la morte del giovane supereroe per mano di Joker (come nell'albo a fumetti Batman: Una morte in famiglia di Starlin-Aparo-Decarlo del 1988) e a impersonare il Ragazzo Prodigio ci sarà Eli Snyder, il figlio del regista Zack e già interprete del piccolo Leonida in 300 e di Rorschach da bambino in Watchmen. Da sempre il personaggio di Robin divide il mondo dei fan: da una parte ci sono i lettori che apprezzano solo le avventure solitarie del Cavaliere Oscuro, dall'altra c'è chi considera memorabili le avventure del Duo Meraviglia. Al cinema, Robin è apparso in Batman del 1966 (Burt Ward) e nei due film di Joel Schumacher Batman Forever e Batman & Robin (interpretato da Chris O'Donnell). Ne Il Cavaliere Oscuro-Il Ritorno, invece, Christopher Nolan ha voluto omaggiare il braccio destro di Batman con il personaggio di John Blake interpretato da Joseph Gordon-Levitt (che sul finire rivela di chiamarsi Robin).

Guarda la photogallery
Batman V Superman: Dawn of Justice, tutti i segreti del film
Batman V Superman: Dawn of Justice, tutti i segreti del film
Batman V Superman: Dawn of Justice, tutti i segreti del film