Angelique Cavallari tra cinema e teatro: ‘Credo nella bellezza dell’arte, può fare del bene’

Foto
Arriverà nelle sale il 26 novembre Fantasticherie di un passeggiatore solitario, pellicola che segna il debutto alla regia di Paolo Gaudio, che ha già conquistato […]
-
loading

Arriverà nelle sale il 26 novembre Fantasticherie di un passeggiatore solitario, pellicola che segna il debutto alla regia di Paolo Gaudio, che ha già conquistato il premio Mario Bava 2015 come “miglior opera prima” al Fantafestival di Roma. Nel cast – nei panni di Sarah, moglie e musa di Jean Jaques Rousseau ‘Renou’ (interpretato da Luca Lionello) – c’è anche Angelique Cavallari, attrice italo-francese che avevamo già visto in Anni Felici di Daniele Luchetti e Cado dalle nubi di Gennaro Nunziante.

Angelique, tuttavia, è molto più che attrice: appassionata di teatro (il suo ‘progetto’ più recente è l'opera teatrale Maguy – la prison des inconnues di Francesco Zarzana), di filosofia e di poesia (ha pubblicato da poco la sua prima raccolta, UNIVERSO A – Nutriti di Nuvole e Terra), ama vivere l’arte a 360 gradi, convinta che la “profondità possa fare la differenza e semplificare le cose difficili”. Ecco la nostra videointervista, in cui Angelique ci ha parlato senza peli sulla lingua dei suoi progetti e delle sue passioni.

Guarda la photogallery
Angelique Cavallari tra cinema e teatro: ‘Credo nella bellezza dell’arte, può fare del bene’
Angelique Cavallari tra cinema e teatro: ‘Credo nella bellezza dell’arte, può fare del bene’