5 film da vedere sulla figura del Presidente degli Stati Uniti

Dal 17 novembre 2016 arriverà nelle sale americane l’atteso primo incontro tra Barack Obama e Michelle, la moglie. Ambientato a Chicago, in un magico giorno […]
-
5 film da vedere sulla figura del Presidente degli Stati Uniti

Dal 17 novembre 2016 arriverà nelle sale americane l’atteso primo incontro tra Barack Obama e Michelle, la moglie. Ambientato a Chicago, in un magico giorno d’estate del 1989, Ti Amo Presidente racconta il primo appuntamento tra due colleghi ‘particolari’ che decidono di incontrarsi fuori dal prestigioso studio legale in cui lavorano. L’incontro ha tutta l’aria di essere ‘ufficiale’ nonostante la reticenza di Michelle. Il giovane avvocato cerca di conquistare l’irremovibile collega durante un appuntamento che li porta da una mostra d’arte alla proiezione di “Fa’ la cosa giusta” di Spike Lee, per giungere infine alla gelateria Baskin-Robbins e al loro dolce primo bacio. Da quel giorno il mondo non è stato più lo stesso.

Negli ultimi venti anni sono arrivati sul grande schermo diversi film che vedevano come protagonista il Presidente degli Stati Uniti d’America. Che fossero inventati o reali, tutte le autorità descritte nelle pellicole avevano un unico obiettivo: il bene degli americani (ovviamente ognuno dal suo punto di vista). Tra questi film ve ne segnaliamo cinque:

Il presidente, una storia d’amore

“Il presidente, una storia d’amore” del 1995, interpretato da Michael Douglas e Annette Bening, è incentrato sul Presidente Andrew Sheperd, rimasto vedovo da pochi anni. Quest’ultimo si innamora di Sidney Ellen, avvocato portavoce di un movimento ambientalista. Ricambiato dalla donna, si trova in difficoltà perchè lei non intende scendere a compromessi sulle sue rigide posizioni a difesa dell’ambiente.

Tutti gli uomini del presidente

“Tutti gli uomini del presidente” del 1996, con Dustin Hoffman e Robert Redford, è ambientato negli Anni '70. Due intraprendenti giornalisti del Washington Post sono impegnati, in piena campagna elettorale, in un'inchiesta sullo spionaggio da parte degli uomini di Nixon ai danni degli avversari democratici. In questo caso il ruolo del Presidente è ‘secondario’, ma non per questo meno incisivo.  

Air force one

“Air force one” del 1997 vede nel cast un bravissimo Harrison Ford nei panni del Presidente Marshall. Il protagonista si trova a bordo dell'aereo presidenziale per tornare alla Casa Bianca – insieme a moglie, figlia e i ministri del governo americano. Subito dopo il decollo, l'aereo viene dirottato da alcuni terroristi, capeggiati dallo spietato Korshunov. Nonostante venga accolta la richiesta di liberare il dittatore del suo paese d'origine, il terrorista e i suoi uomini cominciano ad uccidere uno ad uno i passeggeri dell'aereo presidenziale. Il Presidente cercherà di portare tutti in salvo.

L’uomo dell’anno

“L’uomo dell’anno” del 2006 ha come interprete principale il compianto Robin Williams. Cosa accadrebbe se un errore di calcolo commesso da un computer portasse alla Casa Bianca uno degli uomini più divertenti della nazione? Tom Dobbs, è un uomo che ha fatto carriera in televisione prendendo in giro i politici e facendosi portavoce di una nazione esasperata. Un giorno ha l'idea di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti. Così Dobbs fonda un movimento popolare con il quale si presenta alle elezioni. Quando finalmente giunge il fatidico giorno, l’uomo sorprende il mondo intero vincendo le elezioni, ma una scrupolosa analista di software, Eleanor Green, scopre che è stato un errore nel software installato dalla sua società a far vincere in maniera assolutamente inaspettata Dobbs.

Lincoln

“Lincoln” del 2012, interpretato tra i tanti da Joseph Gordon-Levitt, Tommy Lee Jones e Sally Field, è incentrato sugli ultimi quattro mesi di vita del Presidente Abraham Lincoln. Un complesso dramma umano sconvolge l'America mentre Lincoln moltiplica gli sforzi per fermare la devastante guerra civile, ponendo termine al conflitto e lottando per far approvare il 13° Emendamento, che abolisce per sempre la schiavitù. Lincoln dovrà vedersela con l'impatto delle sue azioni sul mondo e sui suoi cari, ma la posta in gioco è la cosa più importante: costringere il popolo americano e i membri del suo governo di parere opposto a cambiare rotta e puntare più in alto, verso un bene superiore per il genere umano.

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!