Roma low cost, ecco cosa fare senza spendere un euro… o quasi Foto - Video

Roma low cost, ecco cosa fare senza spendere un euro…o quasi Chi ha detto che per girare una delle più […]

Roma low cost, ecco cosa fare senza spendere un euro…o quasi

Chi ha detto che per girare una delle più belle città al mondo si debba spendere una fortuna? Roma offre infatti tantissime possibilità a cittadini e turisti che vogliano ammirare le sue bellezze tenendo un occhio al portafogli.

Una Roma low cost esiste ed è anche molto interessante. Intanto ogni prima domenica del mese i musei civici e le aree archeologiche statali sono gratis, quindi tra l’Ara Pacis, i Musei Capitolini, lo GNAM a due passi da Villa Borghese, i Mercati traianei, i Musei Vaticani e molti altri (QUI LA LISTA COMPLETA), il tempo volerà.

IL BUCO DELLA SERRATURA PIU' FAMOSO DI ROMA

A Roma, sulla cima del colle Aventino, vi aspetta una chicca che lascerà senza fiato i vostri compagni di viaggio. Subito dopo il Giardino degli Aranci, troverete il cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta: se guardate attraverso la fessura della serratura godrete di un panorama mozzafiato sulla Cupola di San Pietro incorniciata dalle siepi dei giardini del Priorato.
Basta quindi avvicinare l’occhio al buco della serratura e il gioco è fatto!

Sappiate poi che Roma nasconde alcune tra le più celebri opere del Caravaggio visibili a tutti e gratuitamente all’interno di alcune chiese. Nella Chiesa di San Luigi dei Francesi vicino Piazza Navona è esposto il ciclo di opere dedicato a San Matteo: “La vocazione di San Matteo”, “L’ispirazione di San Matteo” e “Il martirio di San Matteo”; all’interno della basilica di Santa Maria del Popolo ci sono due opere straordinarie dell’artista, La crocifissione di San Pietro” e la famosissima “Conversione di san Paolo sulla via di Damasco”, infine nella Basilica di Sant’Agostino è possibile vedere “La madonna dei Pellegrini”.

Roma low cost, ecco cosa fare senza spendere un euro…o quasi

Inutile dire che visitare Piazza di Spagna, Villa Borghese, la Fontana di Trevi recentemente restaurata o i Fori Imperiali è più facile di quanto si creda: da non dimenticare poi il Gianicolo, da cui si vede tutta Roma, l’Isola Tiberina, Porta Portese e Piazza Navona…Insomma c’è l’imbarazzo della scelta.

Se invece volete battere sentieri più nascosti e meno popolari, allora vicino Campo de Fiori si trova il cosiddetto Arco degli Acetari, una corte medievale nel cuore di Roma raggiungibile da Via del Pellegrino, dove il tempo si è fermato: balconi fioriti, panni stesi ai balconi e gatti appisolati sulle scale, questo luogo incantevole riuniva un tempo i venditori di acqua acetosa, l’acqua che sgorgava dalle sorgenti dei Parioli.

Infine l’ultima idea che vi suggeriamo per vedere Roma low cost è recarsi sulle terrazze del Vittoriano previo pagamento di 7 euro di biglietto: lo spettacolo mozzafiato è assicurato grazie a due ascensori panoramici che vi portano sul punto più alto del complesso museale per mostrarvi la città eterna a 360°, dal Fiume Tevere al Ghetto ebraico, dalla Piazza del Campidoglio al Quirinale, dal Colosseo all’Eur passando per i Fori e i Castelli Romani.

Guarda la photogallery
+8