‘Dolor y Gloria’, Antonio Banderas: ‘Un film che tocca il cuore delle persone’

Il 17 maggio arriverà sul grande schermo 'Dolor y Gloria' di Pedro Almodovar, con un intenso Antonio Banderas. La nostra intervista.
-
loading

Un film personale ed allo stesso tempo universale: Pedro Almodòvar con ‘Dolor y Gloria’ incanta il pubblico del Festival di Cannes che accoglie il film con oltre 10 minuti di applausi. Un film emozionante in parte autobiografico in cui il regista si racconta. Il compito di portare questa toccante storia sul grande schermo è stato affidato ad un cast straordinario in cui brilla Antonio Banderas.

“E’ un film che tocca il cuore delle persone – ha detto Antonio Banderas ai nostri microfoni – Anche quello di coloro che no sono mai entrate nell’universo Almodovar”.

‘Dolor y Gloria’ riesce a parlare allo spettatore coinvolgendolo e toccando le corde più profonde delle emozioni. Ed è proprio parlando della capacità del film di Almodòvar, del suo straordinario potere comunicativo che Antonio Banderas si è commosso durante la nostra intervista.

“Ci sono molte cose in questo film che hanno a che vedere con le cose di tutti noi e anche con me stesso, come il mio attacco di cuore…”.

Vi lasciamo all’intervista realizzata con Antonio Banderas al Festival di Cannes ricordandovi che l’appuntamento con ‘Dolor Y Gloria’ sarà sul grande schermo a partire dal 17 maggio.

Dolor y Gloria, Antonio Banderas è Salvador Mallo. Sinossi

“Dolor y Gloria” racconta una serie di ricongiungimenti di Salvador Mallo, un regista cinematografico oramai sul viale del tramonto. Alcuni sono fisici, altri ricordati: la sua infanzia negli anni ’60 quando emigrò con i suoi genitori a Paterna, un comune situato nella provincia di  Valencia, in cerca di fortuna; il primo desiderio; il suo primo amore da adulto nella Madrid degli anni ’80; il dolore della rottura di questo amore quando era ancora vivo e palpitante; la scrittura come unica terapia per dimenticare l’indimenticabile; la precoce scoperta del cinema ed il senso del vuoto, l’incommensurabile vuoto causato dall’impossibilità di continuare a girare film. “Dolor y Gloria” parla della creazione artistica, della difficoltà di separarla dalla propria vita e dalle passioni che le danno significato e speranza. Nel recupero del suo passato, Salvador sente l’urgente necessità di narrarlo, e in quel bisogno, trova anche la sua salvezza.

Intervista video a cura di Chiara Nicoletti
Credits: © El Deseo. Photo by Manolo Pavón date daUfficio Stampa Warner Bros.