Shutter Island finale, la spiegazione della frase finale e il significato dell’ultima scena Foto - Video

La scena finale di Shutter Island desta molti dubbi sullo spettatore. Ecco la spiegazione della frase finale del film con Leonardo Di Caprio e il significato dell'ultima scena

E’ uno dei film più celebri di Martin Scorsese ed è anche quello andato meglio al botteghino: Shutter Island, film del 2010 con Leonardo Di Caprio e Mark Ruffalo, racconta una storia ad alta tensione e dal finale controverso, tratta dal romanzo di Dennis Lahane L’isola della paura.

Intorno a Shutter Island, al finale soprattutto, ci sono diverse teorie: ogni volta che la pellicola torna in onda si riaccende il dibattito fra i sostenitori dell’una e dell’altra.

LEONARDO DI CAPRIO E KATE WINSLET IRRICONOSCIBILI, ECCO LA LORO TRASFORMAZIONE FISICA DOPO 20 ANNI DAL TITANIC

Il film racconta la storia di due agenti dell’FBI, Edward “Teddy” Daniels e la sua spalla Chuck Aule, giunti a Shutter Island per indagare sulla scomparsa di una donna da un manicomio criminale, l’Ashecliff Hospital. La trama è concitata e complessa e mescola diversi elementi: c’è un faro misterioso sull’isola, dove i dottori del manicomio svolgerebbero esperimenti su esseri umani, si parla di controllo mentale e guerra fredda e il protagonista, l’agente Daniels, sembra annaspare fra i misteri attuali e quelli del suo passato.

The Irishman, tutte le news sul film di Scorsese con Robert De Niro

Si arriva comunque impreparati al finale a sorpresa, che capovolge tutto: Daniels, interpretato dall’ottimo Di Caprio, è in realtà a sua volta un paziente del manicomio e la sua “spalla” è il medico che lo segue da anni. E’ lui ad aver ucciso sua moglie dopo che questa aveva annegato i figli e per sopravvivere al dolore e alla propria colpa è sempre lui ad aver creato una realtà alternativa dove è un eroe positivo, un agente dell’FBI.

I medici che lo seguono avevano ideato quindi un gioco di ruolo per farlo arrivare alla verità e finalmente accettarla: se l’esperimento fallirà, l’ultima spiaggia è la lobotomia.

La frase che da anni fa discutere gli spettatori è quella che Daniels rivolge al dottor Sheehan (Chuck), chiedendogli se è meglio vivere da mostri o morire da persone per bene: queste parole lasciano il dubbio sullo stato mentale di Daniels, che alla fine verrà lobotomizzato.

Il protagonista è veramente ed irrimediabilmente impazzito o finge di esserlo perchè preferisce la lobotomia e quindi dimenticare quello che ha fatto?

La risposta non è scritta da nessuna parte: ad ogni spettatore la libertà di farsi la sua idea!

Guarda la photogallery
Shutter Island
Shutter Island
Shutter Island
Shutter Island
+1