Sicilia, la caletta segreta con un mare cristallino: come raggiungerla

Foto
La Sicilia più selvaggia e incontaminata si nasconde vicino Siracusa, scopriamo la spiaggia del Faro Massolivieri: la caletta nascosta dalle acque purissime
- - Ultimo aggiornamento
loading

Chi della Sicilia vuole vedere la parte più segreta e nascosta, si diriga verso Siracusa alla ricerca della spiaggia del Faro Massolivieri. A circa 10 km dalla città della costa orientale della Trinacria si trova infatti una caletta poco conosciuta che nulla ha a che fare con i lidi più attrezzati e main stream.

Faro di Massolivieri, la spiaggia segreta della Sicilia

L’insenatura a forma di ferro di cavallo offre una vista spettacolare sia dall’alto che dal basso con l’acqua dalle sfumature più vivide di smeraldo che lascia davvero senza parole per la sua limpidezza.

LEGGI ANCHE: — La spiaggia che sembra dipinta, se vai in Sicilia devi assolutamente visitarla    

La spiaggia del Faro Massolivieri è composta da sabbia granulosa e piccoli scogli e è situata all’interno dell’Area marina protetta del Plemmirio. Non particolarmente adatta alle famiglie con bambini, è perfetta per i tipi più avventurieri che amano viaggiare leggeri e non hanno necessariamente bisogno dei comfort degli stabilimenti balneari.

Accanto alla spiaggetta segreta si trova la Grotta della Pillirina (o Pellegrina) e si narra abbia fatto da sfondo agli incontri romantici di due giovani amanti divisi però dalle diverse estrazioni sociali.

Lei di origini nobili, lui marinaio, i genitori della ragazza osteggiavano l’amore con l’umile ragazzo di mare ma i due si davano appuntamento proprio alla grotta per incontrarsi col favore delle tenebre. Una notte, però, la giovane non lo vide arrivare e per la disperazione si gettò dalla scogliera.

Foto: Shutterstock

Guarda la photogallery
Faro di Massolivieri, la spiaggia segreta della Sicilia
Faro di Massolivieri, la spiaggia segreta della Sicilia
Faro di Massolivieri, la spiaggia segreta della Sicilia
Faro di Massolivieri, la spiaggia segreta della Sicilia