X Factor, Rita Bellanza: il talent, gli elogi, i leoni da tastiera Video

X Factor Rita Bellanza ci racconta la sua esperienza nel talent, che definisce subito "tribolata". Nessun rimpianto tuttavia e tanto amore per Levante.

Non è stato un percorso semplice quello di Rita Bellanza in questa undicesima edizione di X Factor. L’esibizione durante le audition e, in particolare, ai Boot Camp – una versione molto toccante di Sally – le è valsa subito il plauso di giudici e pubblico, che l’hanno osannata caricandola di aspettative. Poi l’ansia di salire sul palco, il non sentirsi pronta né a fuoco, le brutali critiche: tutto ha giocato a sfavore di Rita durante il bello e il brutto della diretta. Lei lo ammette, senza troppi giri di parole. Quando la incontriamo nella sede Sky è sorridente, quasi euforica, diversa da come l’abbiamo vista sul palco. Sbarazzina, al limite dell’irriverenza: sorride imbarazzata quando ricorda di aver inneggiato al punk durante Strafactor e fa l’elenco delle esibizioni, a suo dire, non all’altezza. A partire proprio da Sally, portata poi sul palco di X Factor. “Un disastro” commenta.

“Sono fiera del lavoro fatto. – confessa poi – Sin dal primo live, son salita sul palco di X Factor timorosa, non me la sono goduta come avrei voluto. Ho iniziato a godermela negli ultimi due live. Sembra semplice, ma la confidenza col palco non è affatto facile. Forse con un pubblico più vasto che ti dà calore è più semplice, ma il palco di X Factor è strano. Mi sentivo troppo poco all’altezza”.

“Io son stata contenta delle scelte di Levante, perché le abbiamo concordate quasi tutte. – continua Rita – Mi pento di due. Lasciamo perdere Sally, l’ho buttata nel ce**o praticamente quando l’ho scelta come cavallo di battaglia. E forse per La verità di Brunori Sas avevo bisogno di più tempo per capire l’artista. Avrei scelto qualcos’altro anche al posto di LP”.

Niente da ridire, però, su Levante. Invece, al caro Fedez Rita non le manda a dire e spesso, tra una risposta e l’altra, le scappa una frecciatina sui modi fin troppo impostati del rapper (“Sono andata a salutarlo – racconta – e mi ha guardata come a dire ‘Se proprio devi’”). Pollice in su per tutti i concorrenti rimasti in gara, anche se in cuor suo Rita tifa per i Maneskin (anche se sottolinea di trovarli un po’ troppo arroganti) e Lorenzo Licitra.

Andrea Radice X Factor