Massimo Giletti a Non è L’arena, quella frase su Fabrizio Frizzi e l’amara verità sulla RAI Foto - Video

Massimo Giletti ha aperto il suo salotto televisivo su La7 con Non è L'arena e ha da subito sfoderato delle armi vincenti per battere la concorrenza. L'ex conduttore della RAI ha iniziato con un monologo molto intenso in cui ha speso parole per l'amico Fabrizio Frizzi e ha tirato fuori l'amara verità di quanto accaduto l'anno scorso nella tv pubblica. Ecco cosa ha fatto

Debutta su La7 Massimo Giletti a Non è l’Arena e la Rai trema

Domenica 12 novembre è ufficialmente iniziata la nuova avventura di Massimo Giletti a Non è l’Arena su La7 dopo quasi 30anni di onorato servizio – e enormi successi – con la tv pubblica.

Il monologo d’apertura del noto conduttore non poteva non essere rivolto a quella che è stata la sua seconda famiglia per 27 anni, ma dal suo affondo emerge un’amarissima verità sulla Rai.

Durante la puntata, arriva la commovente verità di Barbara D’Urso su Frizzi: ecco cosa svela

Le prime parole di Massimo Giletti a Non è l’Arena sono state: “Quando uno entra in una tempesta non sa neanche se riesce a uscirne vivo” poi l’accusa a Mario Orfeo per aver voluto chiudere un programma dagli ascolti eccezionali per cambio imposto di linea editoriale.

“Quel giorno di mezza estate – ha raccontato nel suo nuovo talk show – quando il dg della Rai mi ha convocato per dirmi che volevano chiudere per sempre l’Arena e mi proponeva di fare il varietà, io non ho potuto fare altro che sbattere la porta e andare via”.

Il conduttore ha ribadito di essere entrato in Rai da ragazzo e esserne uscito da giornalista e ha ricordato di aver incontrato tanti amici durante il lungo percorso nell’azienda di Viale Mazzini:

“Ho riavvolto nella memoria tutto quello che avevo vissuto all’interno di un’azienda che amavo. Ho incontrato in quegli attimi i volti di tante persone, anche quelli che voi non conoscete. Ho pensato agli amici, ne cito due: Lamberto Sposini e Fabrizio Frizzi”.

Al termine dell’intenso monologo, occasione in ogni caso per sottolineare che amerà sempre la Rai, Massimo Giletti a Non è l’Arena è stato salutato da Fiorello a modo suo, ovvero affondando il dito nella piaga: “Come avete fatto a farvelo scappare? Per fortuna che c’era Urbanetto Cairo, prontissimo a prenderselo”.

Attendiamo i dati auditel ufficiali, in primis Fabio Fazio, del debutto del talk di Giletti per capire se il giornalista sia davvero uscito dalla tempesta e persino da vincitore.

Guarda la photogallery
Massimo Giletti a Non è L'Arena, quella frase su Fabrizio Frizzi e l'amara verità sulla RAI
Non è L'Arena
Massimo Giletti a Non è l'Arena
Fabrizio Frizzi
+1