Golden Globes 2018: trionfo delle donne nell’edizione più “impegnata” Foto - Video

Vince Big little lies e The handmaid's tale, premio speciale alla carriera per Oprah Winfrey che lo accetta con un discorso commovente. Male l'Italia, nessun premio

La settantacinquesima edizione dei Golden Globes passerà alla storia come quella del grido di Hollywood contro le molestie e la violenza di genere: il 2017 è stato un anno segnato dalle denunce che hanno scoperto gli altarini più vergognosi del mondo del cinema, c’è da sperare che il 2018 sia l’anno dell’effettivo cambiamento dello stato delle cose.

Le premesse ci sono tutte e si è visto da questa cerimonia dei Golden Globes, caratterizzata dal nero sul red carpet -una scelta di outfit che era un preciso segnale- che ha visto trionfare le donne (con premi alle serie Big Little Lies e The handmaid’s tale), protagoniste anche di discorsi di ringraziamento molto intensi come quello di Oprah Winfrey.

Delusione per l’Italia che sperava di portare a casa un premio su cinque nomination: niente da fare per ‘Chiamami con il tuo nome’ di Luca Guadagnino, per Virzì e per Sorrentino (nominati con Ella & John – The Leasure seeker e The young pope).

Come dicevamo, trionfano le storie al femminile: tra i più premiati i film Tre manifesti a Ebbing, Missouri con una grande Frances McDormand miglior attrice drammatica e Ladybird, commedia tutta al femminile diretta dalla regista Greta Gerwig con la giovane Saoirse Ronan.

Si è parlato di molestie anche nel monologo d’apertura del comico Seth Meyers, che ha cavalcato il tema riuscendo a strappare qualche sorriso (Buonasera signore e signori, o meglio quello che resta degli uomini. Buon anno a tutti (…) questa sarà la prima volta in tre mesi che non avrete paura di sentire pronunciare il vostro nome. Willem Dafoe? Non ci agitiamo è stato solo nominato”) e distribuendo qualche sonora bastonata, come quella a Kevin Spacey (“Plummer è libero? Potrebbe fare il presidente in House of Cards e magari avrebbe un accento del sud migliore del suo”)

Toccante il discorso di Oprah Winfrey, omaggiata di un premio alla carriera, che ha parlato dei diritti delle donne e delle persone di colore e ha concluso affermando che il tempo dei soprusi e delle violenze è finito.

Tra le attrici premiate, Nicole Kidman per Big Little Lies e Elizabeth Moss per The handmaid’s tale, ma anche Rachel Brosnahan per The Marvelous Mrs. Maisel.

Tra i premiati di sesso maschile, anche loro tutti rigorosamente in nero, Sterling K. Brown per This is us, Alexander Skarsgard per la parte del marito violento in Big Little Lies e Ewan McGregor per Fargo, dove interpreta due personaggi.

asia argento contro luxuria 01
Guarda la photogallery
Golden Globes 2018
Oprah Winfrey
Nicole Kidman
Big Little Lies
+2