Il figlio di Paolo Villaggio a Domenica Live: così mi sono rovinato

| Video - Foto
“Mio padre era assente e io mi drogavo”, il figlio di Paolo Villaggio a Domenica Live ha raccontato il percorso di autodistruzione e di successiva rinascita
di Eleonora D'Urbano - 22 Febbraio 2016

Dopo l'uscita di ‘Non mi sono fatto mancare niente', il figlio di Paolo Villaggio a Domenica Live ha ribadito come è cominciato il percorso di autodistruzione, la sua tossicodipendenza e quale sia stato nel corso degli anni il ruolo del padre famoso.

 

In una lunga e toccante intervista condotta da Barbara D'Urso nell'ultima puntata del contenitore di Canale 5, Piero Villaggio ha confessato: “A 17 anni ho iniziato a ricorrere all'eroina. Soffrivo una situazione di disagio, mi sentivo un pesce fuor d'acqua, ero timido. Un mio amico mi ha detto se volevo provare quella polvere, lui era già tossico e io l'ho provata senza pensarci. Mi ha fatto lui l'iniezione, era il 1979”.

Il figlio di Paolo Villaggio a Domenica Live ha proseguito la sua storia riabilitando la figura del padre che solo qualche settimana fa aveva definitivo egoista e megalomane: “Non è stata colpa di mio padre. Ma ho sofferto un'assenza, una mancanza dei miei genitori. Mio padre – ha ricordato – era impegnato con il suo lavoro, che lo portava via. Forse ero solo più sensibile degli altri bambini, avevo bisogno di una guida e lui non c'è stato – in buona fede – ma non c'è stato”.

Dopo il paradiso, l'eroina ha fatto precipitare l'uomo giù nell'inferno più profondo: “È durato fino al 1984, sono stato anche arrestato con del metadone. Mio padre se n'è accorto dopo due o tre anni. Sono passati 35 anni da allora e 29 da quando sono uscito dalla comunità”. Ora il rapporto tra i due si è semplificato – complice anche l'età avanzata di Paolo Villaggio: “Abbiamo trovato il sistema per parlarci” ha concluso Piero, prima di rispondere stizzito a una domanda di Barbara D'Urso in merito ad un passaggio della sua biografia sulla morte della fidanzata Beatrice.

“Non vorrei che dal mio libro venisse fuori solo la parte brutta o venisse ridotto tutto a qualcosa di scandalistico ha infatti puntualizzato il figlio di Paolo Villaggio a Domenica Live –  Mi piacerebbe che venisse fuori anche altro. I tuoi autori avrebbero potuto puntare su qualcosa di meno brutto, lo trovo ingiusto. Su un libro di 130 pagine, avete citato proprio la cosa più brutta. So che non è farina del tuo sacco”.

 
I film in tv oggi
di Gennaro Nunziante
su Sky Cinema Comedy HD, alle 22:50
di Carlo Verdone
su Sky Cinema Comedy HD, alle 21:00
di Neri Parenti
su Italia 2, alle 21:10