Gli Hunza vivono fino a 150 anni e non conoscono il cancro: è davvero la popolazione più longeva del mondo? Ecco la verità Foto - Video

Il popolo degli Hunza è il più longevo al mondo: vivono fino a 150 anni e non si ammalano mai di cancro. Ma è davvero la popolazione più longeva del mondo? Ecco la verità

La leggenda narra che nel Pakistan settentrionale viva il popolo degli Hunza, una piccola comunità estremamente longeva che vivrebbe fino a 150 anni cibandosi in prevalenza di albicocche, digiunando 2 mesi all'anno e facendo figli fino a 65 anni. Uno stile di vita talmente sano che da quelle parti il cancro sarebbe una malattia sconosciuta.

ECCO LA CLASSIFICA DEI CIBI PIU' DISGUSTOSI AL MONDO

In realtà gli Hunza sono più personaggi letterari che reali: descritti da un generale inglese nei primi dell'800, divennero protagonisti poi dei romanzi dello scrittore J.I Rodale, finchè uno studioso di nome John Clarke non si recò a verificare sul posto e scoprì che alla base di tutto c'era un conteggio diverso degli anni e anche che gli Hunza si ammalavano esattamente come gli altri esseri umani.

E' LEI LA PERSONA PIU' VECCHIA DEL MONDO: GUARDA LA SUA FOTO E IL SUO SEGRETO

Ma leggende e bufale a parte, chi sono le popolazioni più longeve del mondo? Esistono classifiche che incrociano i dati statistici con quelli relativi all'economia e allo stile di vita: una buona alimentazione è sempre alla base di tutto, ma ha il suo peso anche la ricchezza del paese, la possibilità di accedere alle cure per tutti e la qualità generale della vita.

Ad esempio in Lussemburgo, paese piccolo e ricchissimo, l'aspettativa di vita è intorno agli 81 anni: si arriva agli 81,5 nel Regno Unito, grazie ad un sistema sanitario molto efficente. In Svezia la qualità ottima della vita fa salire l'età media quasi a 82 anni, idem per l'Australia, dove l'alimentazione sana e lo stile di vita attivo degli anziani si rivela fondamentale. 

Il primo paese europeo in classifica è la Spagna, con quadi 82 anni e mezzo, seguito dalla Francia (dove, nonostante la cucina "ricca", il tasso di obesità è fra i più bassi dell'OECD (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico)  e dalla Svizzera. 

L'Italia è al terzo posto in classifica, a pari merito con l'Islanda, con quasi 83 anni di aspettativa di vita: merito soprattutto dell'accesso al cibo fresco e salutare, indipendentemente dal reddito. Il Giappone è secondo in classifica, grazie alla ricchezza e all'accesso alle cure mediche, mentre la medaglia d'oro va ad Hong Kong, dove l'aspettativa di vita è di 83 anni e mezzo.

Guarda la photogallery
+5
+5

Redazione

Ogni giorno cerchiamo i trend più significati del mondo dello spettacolo, società e della cultura.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!