Hai l’ansia da lavavetri? Ora puoi avere un risarcimento

Foto
Cosa c'è di peggio quando si è in mezzo al traffico, già in ritardo per andare al lavoro o un appuntamento, e un ostinato lavavetri […]
-
loading

Cosa c'è di peggio quando si è in mezzo al traffico, già in ritardo per andare al lavoro o un appuntamento, e un ostinato lavavetri si mette davanti la nostra auto cercando di lavare il parabrezza?

I LAVORATORI PIU' FELICI SONO I PROGRAMMATORI

Per fortuna ora si potrà essere risarciti per i danni provocati dallo stress causato dai lavavetri troppo insistenti. A deciderlo è stata la corte di cassazione di Udine che ha sancito come ogni comune debba impegnarsi a tenere lontano dai semafori i lavatori non autorizzati.

 

Un autista di Udine infatti ha portato in tribunale i vertici della città friulana per non essere stati in grado di togliere dalla strada questi lavoratori che alla lunga gli hanno creato disagio e stress. Anche se queste persone non possono essere identificate come ostacoli al traffico, il tribunale ha decretato che spetta al Comune esercitare poteri autoritativi per non lasciarli sul suolo pubblico a esercitare un mestiere non autorizzato.

Ora spetterà al TAR decidere se in effetti l'automobilista ha diritto a una ricompensa, ma il fatto che il tribunale non abbia rinunciato alla causa segna un precedente interessante per tutti i comuni cittadini che usano spesso l'auto. Soprattutto quelli che non sanno mantenere la calma al semaforo!

Guarda la photogallery
Hai l’ansia da lavavetri? Ora puoi avere un risarcimento
Hai l’ansia da lavavetri? Ora puoi avere un risarcimento
Hai l’ansia da lavavetri? Ora puoi avere un risarcimento
Hai l’ansia da lavavetri? Ora puoi avere un risarcimento
+1