Più un vulcano è vecchio e più l’eruzione sarà pericolosa e distruttiva: cosa svelano i ricercatori

Foto
L’eruzione di un vulcano può essere particolarmente distruttiva in base all’età del vulcano stesso: ecco cosa hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Ginevra.
-
loading

L’età di un vulcano potrebbe rendere una eruzione particolarmente distruttiva, dandoci indizi su quando potrebbe avvenire e su quanto pericolosa potrebbe essere. Ma cosa dicono le ricerche a riguardo?

LEGGI ANCHE: — Quando potrebbe eruttare il Vesuvio? Scenario apocalittico: cosa svela lo studioso che ha potuto studiare il comportamento del magma del complesso vulcanico Somma-Vesuvio

età vulcano eruzione distruttiva
L’eruzione di un vulcano può essere particolarmente distruttiva in base alla sua età, una ricerca dell’Università di Ginevra sembra far luce su questi dettagli, aprendo nuovi possibili scenari. Photo Credits: Shutterstock

L’età di un vulcano ci dice quanto un’eruzione può essere distruttiva

L’attività di un vulcano, lo sappiamo, è difficilissima da prevedere. Anche se costantemente monitorata, essa può offrirci soltanto indizi. Tuttavia, stando ad uno studio dell’Università di Ginevra, possiamo affermare che è possibile valutare quanto distruttiva e pericolosa può essere un’eruzione in base all’età di un vulcano.

I vulcani più vecchi, infatti, producono eruzioni meno frequenti ma più grandi e più pericolose. Ad esempio, il Monte St. Helens negli Stati Uniti ha ‘solo’ 40mila anni, e la sua ultima eruzione (nel 2008) è stata piccola e non affatto mortale.

Al contrario, Mount Toba in Indonesia ha almeno 1.2 milioni di anni di età, e la sua ultima eruzione fu apocalittica, pur risalendo a 74mila anni fa.

Perché i vulcani più vecchi causano eruzioni più distruttive?

Tutto questo avviene perché i vulcani più giovani dispongono di un serbatoio di lava più piccolo, e si trovano circondati da strati di crosta terrestre relativamente freddi, almeno rispetto ai vulcani in attività da più anni. Questi ultimi hanno un serbatoio magmatico più grande e sono circondati da rocce incandescenti.

Quando nuovo magma entra nel serbatoio, ciò fa sì che non si generi molta pressione: le rocce calde si deformano, creando nuovo spazio e permettendo un’ulteriore crescita del serbatoio stesso. Tuttavia, in tal modo il serbatoio si ingrandisce fino a che non trova uno strato di crosta relativamente più freddo.

Photo Credits: Kikapress, Shutterstock

Guarda la photogallery
L'età di un vulcano fa capire quanto distruttiva può essere la successiva eruzione
L’età di un vulcano ci dice quanto un’eruzione può essere distruttiva
I vulcani più giovani fanno meno danni di quelli più vecchi
Perché i vulcani più vecchi causano eruzioni più distruttive?
+1