Striscia la Notizia ancora su Ascierto: sui social scoppia di nuovo la polemica

Striscia la notizia torna a parlare di Covid19, stavolta puntando il dito sulla possibile sperimentazione di un vaccino: ma il web non gli perdona l'uscita sul dottor Ascierto
- - Ultimo aggiornamento

Il Coronavirus, e la gravissima emergenza sanitaria che sta colpendo il nostro paese, avrebbe dovuto già insegnarci qualcosa: ad esempio a restare uniti nelle avversità, senza campanilismi e provincialismi. Lezione evidentemente non recepita.

Striscia la notizia Ascierto e la “figuraccia”

Così, dopo le polemiche con la Francia e il resto d’Europa, ora si ripropone sempreverde la diatriba Nord vs Sud: oggetto della discussione, la sperimentazione del farmaco contro l’artrite, il Tocilizumab, per arginare gli effetti del Coronavirus sui polmoni. Il farmaco è stato utilizzato salvando già diverse vite e la sua “scoperta” è stata attribuita al dottor Paolo Ascierto e al team dell’unità d’immunologia clinica dell’ospedale Pascale di Napoli, da lui diretto.

LEGGI ANCHE: — Striscia la notizia deve rinunciare a Michelle Hunziker in quarantena forzata? Ecco il VIP positivo con cui è stata a contatto

Striscia la notizia ha mandato in onda un servizio, titolato “La figuraccia di Ascierto“, nel quale riproponeva la tirata d’orecchi che l’infettivologo Galli, dell’ospedale Sacco di Milano, al collega Ascierto: durante il programma di Rai3 Cartabianca, infatti, Galli aveva voluto sottolineare che il farmaco era stato già utilizzato dai colleghi cinesi e quindi era già conosciuto.

Sui social si era subito scatenato l’inferno, con accuse a Striscia di voler infangare il nome di Ascierto solo perchè medico del sud Italia.

Striscia la notizia, ancora una polemica sul vaccino

Per alleggerire l’atmosfera, ieri sera Striscia propone un nuovo pezzo sul Coronavirus, stavolta su un possibile vaccino che verrà sperimentato grazie alla collaborazione fra ospedale Pascale di Napoli e Cutugno di Bari: al rientro in studio Gerry Scotti si è rallegrato per la bella notizia ma si è chiesto se fosse giusto parlare di un prodotto, il vaccino per il Coronavirus, ancora non disponibile e neanche sperimentato.

La conclusione di Scotti è stata poi volta a mettere una pezza sulle polemiche: Nord e Sud uniti, ce la faremo insieme. Ma sul web, ovviamente, non è finita così.

“Siete stati e sarete sempre telelombardia. Altro che #provincialismo questo è salvaguardare il proprio campanile”, ha scritto qualcuno su Twitter, seguito da molti altri commenti dello stesso tenore. “Stasera il servizio era pietoso… non avreste mai dovuto parlarne nè prima nè dopo! Sono cose troppo serie x la vs trasmissione!”, “Quando la finiamo di mettere toppe alle vergognose uscite su Ascierto? … A creare polemiche anziché lasciare i medici tranquilli…ma basta!!”

Questi sono solo alcuni dei molti commenti negativi riservati ai servizi di Striscia la notizia sul tema medicinali e Coronavirus.