Andrea Camilleri, ultime parole su Il Commissario Montalbano: ‘Non ne posso più di lui, è diventato un…, cosa confessò a Carta Bianca

Foto - Video
Andrea Camilleri in una delle sue ultime interviste in tv spiazzò tutti con una confessione su Il Commissario Montalbano: ‘Non ne posso più di Montalbano, è diventato un…’ Ecco cosa dichiarò ai microfoni di Berlinguer
loading

Andrea Camilleri non c’è più da qualche ora. L’Italia intera si sente un po’ orfana di questo grande intellettuale che ci lascia in eredità non solo i suoi romanzi, ma anche il suo impegno civile, in una società fin troppo distratta. E mentre i fan si chiedono che fine farà ora Il Commissario Montalbano, restano le sue parole, spiazzanti, sul celebre investigatore di Vigata.

Andrea Camilleri e il Commissario Montalbano

Nonostante il peso dell’età, Camilleri non si è mai sottratto al confronto pubblico. Era il 20 febbraio del 2018 quando, ospite di Bianca Berlinguer a Carta Bianca, rivelò cosa pensasse realmente del Commissario Montalbano.

LEGGI ANCHE: — Le parole di Zingaretti sulla morte di Andrea Camilleri: l’amaro dell’attore per la scomparsa dello scrittore

Il successo de Il commissario Montalbano mi preoccupa, non vorrei che venissero a sotto la mia finestra a gridare: ‘Montalbano santo subito!’” disse con ironia.

Ma furono le parole che aggiunse a spiazzare un po’ tutti:

Mi ero stancato di Montalbano al secondo romanzo. Volevo smettere, ma poi ha iniziato a vendere e non ho potuto smettere. Oramai lui per me è un ricattatore. Non ne posso fare a meno”.

Un successo vero quello del personaggio creato dalla penna di Camilleri che ha trionfato sia in libreria con i romanzi che in tv con la fiction Rai, che ha fatto registrare record di ascolti persino con le repliche.

Picchi di share che può vantare solo il Festival di Sanremo, programma che lui, Andrea Camilleri, non ha mai guardato.

L’ultima intervista da Fabio Fazio

Qualche mese dopo, a ottobre, mettendo da parte Il Commissario Montalbano, Andrea Camilleri – che aveva già perso la vista – ha rilasciato una intervista a Fabio Fazio, a Che tempo che fa. Parole che resteranno come uno dei più grandi insegnamenti di vita, contro l’odio e la violenza e a favore dell’accoglienza e dell’integrazione.

Io oggi non vedo, ma purtroppo sento ancora. Non ho bisogno di vedere in faccia chi pronuncia certe parole. In questo momento è una fortuna essere ciechi. Non vedere certe facce ributtanti che seminano odio, che seminano vento e raccoglieranno tempesta. Stiamo perdendo la misura, il peso, il valore della parola. Le parole possono trasformarsi in pallottole, bisogna far cessare questo vento dell’odio atroce. Perché l’altro è diverso da me? L’altro non è altro che me stesso allo specchio. Abbiamo perso i valori

disse lo scrittore siciliano.

Camilleri coltivava comunque una speranza: “Da quando non vedo, tutto mi è più chiaro: vorrei morire sapendo di lasciare i miei figli, nipoti e pronipoti in un mondo di pace. Spero molto nelle generazioni giovani, non disilludetevi”.

In fondo, non era pessimista e sempre nella trasmissione di Fazio, nel febbraio 2019, confidò:

Ho una fiducia sconfinata nell’uomo e nella donna. Credo che l’umanità riuscirà a uscire bene da qualsiasi situazione. Il sapere, chi ce l’ha lo deve seminare come si semina il grano. Il sapere non è un’élite, ma l’uso quotidiano. Quando avverrà saremo veramente uomini sulla terra”.

In quei giorni imperversava la polemica su un episodio del Commissario Montalbano che aveva trattato il tema dell’immigrazione e Andrea Camilleri replicò così: “Ho semplicemente raccontato quello che succedeva qualche anno fa nella mia Porto Empedocle, quando la Guardia Costiera portava lì centinaia di migranti raccolti in mare. Se questa è polemica non so che fare, questa è cronaca, è Storia. Forse una volta avevamo più cuore. Porto Empedocle è un porto aperto, accogliente”.

Commissario Montalbano@kinoweb_
Guarda la photogallery
Andrea Camilleri
Andrea Camilleri
Andrea Camilleri
Andrea Camilleri
+3
Eleonora D\'Urbano

Eleonora D'Urbano

34 anni, una laurea in Storia del Cinema Italiano, una in Storia e Tecnica della Fotografia e... una sana passione per il gossip e la tv.