MasterChef, Anna e Giovanni: “Esperienza unica. Gilberto? Bravo ragazzo ma competitivo” Articolo - Video

$photogallery_img_class))."\n";?>
L'eliminazione

“Io non speravo di andare più avanti, l’ho sempre detto. – esordisce subito Anna – Quello che ho fatto è anche troppo, non ho mai sperato di essere vincitrice, dal primo giorno. Per me è come se fosse un sogno”. “Io invece speravo di andare più avanti – aggiunge Giovanni – pensavo che ci fosse qualcuno peggiore di me. Comunque è stata una bellissima esperienza, unica e irripetibile. Siam partiti in migliaia ed essere arrivati a metà della MasterClass è già tanta roba. Alessandro? Purtroppo son prove secche, quindi anche se hai sbagliato in precedenza non vuol dire niente. Il pressure è così. Ho fatto troppi errori nel momento sbagliato. Son arrivati gli errori tutti insieme”.

La nostra intervista a Anna e Giovanni, che ci raccontano come hanno vissuto la loro avventura nella MasterClass di MasterChef 8.
Vai all'articolo completo

Grazia Cicciotti

Giornalista e divanista: amo scrivere, ma più di ogni altra cosa amo lavorare seduta.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!