‘Io sono mia’, la lettera di Adriano Celentano 6 giorni dopo la morte di Mia Martini: ‘Ti hanno accorciato la vita’ Foto - Video

Il film 'Io sono Mia' ha riscosso un grande successo di pubblico ed ora escono fuori testimonianze del passato anche di importanti artisti come Adriano Celentano. Ecco la lettera che il cantante scrisse 6 giorni dopo la morte di Mia Martini contro quel sistema becero di credenze e dicerie sul conto della cantante.

Spunta di nuovo la lettera di Adriano Celentano dopo la morte di Mia Martini

Toccante e sincera la lettera che Adriano Celentano scrisse sulle pagine del Corriere della Sera 6 giorni dopo la morte di Mia Martini, che torna a circolare grazie al meritatissimo successo del film Rai ‘Io sono Mia’.

Il 12 maggio 1995 Mimì venne trovata morta, stroncata da un infarto, nella sua casa a Cardano a Campo dove si era trasferita per stare vicina al padre con cui si era riappacificata da poco. Il 18 maggio il Molleggiato ha indirizzato all’artista scomparsa parole di affetto incommensurabile condannando coloro che l’hanno spinta all’isolamento.

LEGGI ANCHE: — Loredana Bertè, il dramma della sorella Leda a Storie Italiane: ‘Non la sento più da anni’. Cosa è successo tra le due sorelle Bertè

Finalmente si è capito chi sono quelli che veramente portano jella: quelli del mondo dello spettacolo. Certo non tutti, ma una gran parte di questo mondo di merda, pieno di ipocrisia, deve avere qualche rimorso: in fin dei conti hanno contribuito non poco ad accorciare la vita di Mia Martini”

L’attacco ai ‘colleghi’ nella lettera di Adriano Celentano dopo la morte di Mia Martini

Poi ha aggiunto:

“Ora gli stessi che, per anni le hanno somministrato il micidiale veleno costringendola all’isolamento totale, senza poter lavorare, lei che di bravura se li mangiava tutti, sono quelli che ora fingono di compiangerla esaltandone le qualità”

E infine l’augurio più commovente:

 “A te, Mimì, hanno fatto un favore mica da poco… Sei finalmente tornata a casa. Quella “Casa” dove anche il più piccolo dei tuoi respiri non passerà inosservato, poiché l’amore che ti circonda non ha confini e la sua intensità è al di là di ogni descrizione. Da lassù, ora puoi comprendere che quaggiù eri in errore se pensavi che ti limitavi semplicemente a vivere e a cercare ciò che qui ti è sempre stato negato: amore e un po’ di benessere”.

Sanremo 2019 Serena Rossi
Foto@Kikapress

Guarda la photogallery
'Io sono mia', la lettera di Adriano Celentano 6 giorni dopo la morte di Mia Martini: 'Ti hanno accorciato la vita'
Le circostanze della morte di Mimì
Parole durissime del Molleggiato
'Lei che di bravura se li mangiava tutti'
+2

Eleonora D'Urbano

34 anni, una laurea in Storia del Cinema Italiano, una in Storia e Tecnica della Fotografia e... una sana passione per il gossip e la tv.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!