Fabrizio Corona blocca il programma dell’amico Gabriele Parpiglia: ecco perché non andrà in onda la puntata di Seconda vita dedicata a lui

Perché la puntata di Seconda Vita su Fabrizio Corona realizzata da Gabriele Parpiglia non andrà in onda? Il programma di Real Time fa un passo indietro
- - Ultimo aggiornamento
loading

Fabrizio Corona non sarà protagonista di Seconda Vita, il nuovo programma di Gabriele Parpiglia in onda ogni mercoledì sera su Real Time. L’ex Re dei Paparazzi pare non abbia dato l’autorizzazione alla messa in onda della puntata che lo riguardava, costringendo l’amico giornalista a fare un passo indietro.

Fabrizio Corona blocca Seconda Vita di Gabriele Parpiglia

La situazione, in realtà, non è molto chiara. Come ricostruisce davidemaggio.it, sulla pagina ufficiale Instagram di Fabrizio Corona, martedì 5 novembre è apparso un post contro la trasmissione di Gabriele Parpiglia.

LEGGI ANCHE: — La figuraccia di Massimo Giletti nell’ultima foto con Fabrizio Corona, tutti hanno notato quel dettaglio sui pantaloni: come è stato beccato

Nel messaggio pubblicato sui social, l’Atena srl, società che gestisce i diritti di immagine di Corona – attualmente in carceresi diffidava l’autore televisivo e tutti i soggetti coinvolti nella produzione a mandare in onda la puntata.

Motivo? Né la società in questione né lo stesso interessato avrebbero mai concesso l’autorizzazione a utilizzare “video, documentari, registrazioni e foto degli ultimi 20 anni di vita del sig. Fabrizio Corona” dei quali “Parpiglia e Carriere sono in possesso per ragioni professionali”.

foto: Instagram

La versione di Parpiglia

Dopo la comunicazione dei legali di Fabrizio Corona per fermare la messa in onda del programma di Gabriele Parpiglia, il giornalista ha confermato che la puntata – “un omaggio a Fabrizio e non a Corona” – non sarà trasmessa.

Si rispetta il basso profilo che ha scelto Fabrizio, ci mancherebbe, con i suoi legali che me lo hanno riferito poco fa. Giusto così. Avevamo girato tempo fa. I tempi purtroppo sono cambiati. Senza problemi… sperando in tempi migliori” ha dichiarato l’autore televisivo.

Poco dopo, però, lo stesso Parpiglia ha contatto la redazione di davidemaggio.it, per spiegare che: “E’ stato un malinteso. I legali di Corona hanno eliminato post immediatamente. Preciso ulteriormente che nessuna diffida su carta o in altre forme arriverà alla mia persona.