Elisa, Diari Aperti: “Sempre scritto diari, per me sono specchi di ciò che penso”

Foto
Elisa racconta il nuovo album Diari Aperti, in uscita il 26 ottobre per Island Records: 11 fotogrammi in musica di racconti e pezzi di diario, dalla natura fortemente autobiografica.
-
loading

Elisa, Diari Aperti: “Sempre scritto diari, per me sono specchi di ciò che penso”

Il 26 ottobre è uscito Diari Aperti (Island Records), il nuovo album di Elisa che – come indica didascalicamente il titolo – altro non è che un adattamento in musica di pezzi di racconti e note conservate dalla cantautrice.

11 fotogrammi tratti da pagine reali (scritte, disegnate, a volte pasticciate) di quaderni e agende che fin da bambina hanno accompagnato vita e il raccolto dei pensieri di Elisa.

“Ho sempre scritto diari. Sono lo specchio di ciò che penso. – dichiara Elisa ai nostri microfoni – I diari mi aiutano a mantenere una traccia, forse perché mi piace ripercorrere e capire cosa sono stata o cosa ho pensato. Questo disco l’ho chiamato così perché ha proprio l’intimità del diario, quel tipo di tono. Anche se non tutti sono dei veri e propri spezzoni di diari, a volte ho preso solo spunto”.

Intanto, la cantautrice conquista la vetta della classifica airplay dei brani più trasmessi in radio con il singolo Se piovesse il tuo nome, scritto insieme a Calcutta. La canzone mostra l’intimità e la sincerità con cui Elisa torna sulla scena discografica, facendo uscire da questo lavoro tutta se stessa, quella di ieri e quella di oggi.

Andrea Bocelli, esce : “Sono un inguaribile ottimista”

I tre brani che hanno anticipato l’arrivo di Diari Aperti descrivono infatti la varietà di colori di questo lavoro, che ha come filo conduttore temi sentitamente autobiografici ma allo stesso universali. Dalla la poesia di Quelli che restano, nel duetto intimo e vibrante tra Elisa e Francesco De Gregori, all’inciso ipnotico di Se piovesse il tuo nome, che vede – appunto – le firme di Calcutta, Dario Faini aka Durdust e Vanni Casagrande, nomi di primissimo rilievo dell’attuale scenario autoriale. Infine, la dolcezza di Promettimi è tutta nella dedica di Elisa al suo secondogenito Sebastian. Il brano è stato scelto per la campagna di Save The Children Fino all’ultimo bambino, accompagnato da un video commovente diretto dal regista Riccardo Milani. Elisa è entrata così nella famiglia di Save The Children diventandone Ambasciatrice nell’anno del loro centenario.

Anema e Core Francesco De Gregori
Guarda la photogallery
Diari Aperti, 11 fotogrammi tratti da pagine reali
Elisa:
Se piovesse il tuo nome, il brano più trasmesso in radio
Diari Aperti, la tracklist