Chi l’ha visto, cosa ha fatto Giacomo Sartori tra le due e le tre di notte: l’ipotesi del datore di lavoro

Foto
Il triste epilogo della sparizione di Giacomo Sartori nasconde ancora la verità sulla morte del ragazzo. 
-
loading

Il triste epilogo della sparizione di Giacomo Sartori nasconde ancora la verità sulla morte del ragazzo. 

LEGGI ANCHE:– Laura Ziliani uccisa, a quanto ammonta l’eredità dell’ex vigilessa e quanto guadagnava al mese

Il 24 settembre Giacomo è stato trovato senza vita a Casorate Primo (Pavia). Si cerca di far luce su quanto accaduto ma ancora non ci sono risposte certe. 

Secondo il datore di lavoro di Giacomo, il giovane “potrebbe aver provato a localizzare il computer aziendale” che gli era stato rubato insieme allo zaino.

Il che potrebbe riempire il vuoto tra le due e le tre di notte, in cui non si hanno altre tracce del ragazzo.
Secondo i genitori, ascoltati a Chi l’ha visto dopo la sparizione e prima del ritrovamento, “Giacomo era contento e sereno, molto soddisfatto a lavoro”.

Guarda la photogallery
La triste storia di Giacomo Sartori
Giacomo Sartori, si cerca di capire
Giacomo Sartori, il computer aziendale
Giacomo Sartori, l'ipotesi del datore di lavoro
+1